Venerdì lo Stabat Mater e il Miserere al Teatro Giotto

Aldo Giovannini

Grande attesa per il doppio evento al Teatro Giotto

Venerdì lo Stabat Mater e il Miserere al Teatro Giotto

Venerdì lo Stabat Mater e il Miserere al Teatro Giotto
15/04/2019

C’è molta attesa tra gli amanti della grande musica per il grande concerto vocale e strumentale, che avrà luogo venerdi prossimo 19 aprile 2019 (ore 20,30 precise) nel bellissimo scenario del Teatro Giotto di Borgo San Lorenzo, in occasione del VI° Stagione Lirico Sinfonica organizzata com’è noto dalla Corale Santa Cecilia 1909 di Borgo San Lorenzo con il patrocinio e la collaborazione del comune di Borgo San Lorenzo e dell’Accademia del Teatro Giotto.

La locandina del concerto nel Teatro Giotto di Borgo San Lorenzo

Sul presbiterio dell’antica chiesa francescana andrà in scena lo Stabat Mater di Giovanni Pergolesi e nella seconda parte il Miserere di Johann Adolf Hasse, con il Coro e Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, sotto la direzione del maestro Ferdinando Sulla. L’ingresso è libero.

Ecco due brevi note di questi due brani. Lo Stabat Mater sembra essere stata proprio l’ultima opera di Giovanni Battista Pergolesi che cercò di portare a termine questo lavoro prima che la morte per tubercolosi lo cogliesse alla giovane età di 26 anni.  Secondo alcuni musicologi è probabile che il suo ultimo lavoro sia stato invece il Salve Regina in do minore per soprano. Ultima o penultima, lo Stabat Mater conobbe una fortuna contrastata.

Apprezzata da moltissimi tra cui l’eccellentissimo Bach, oppure da Vincenzo Bellini o addirittura da Gioachino Rossini il quale esitò a lungo, prima di comporre il suo, perché riteneva quello di Pergolesi troppo sublime per poterlo eguagliare, fu criticata da altri  – anche in tempi successivi, per esempio da Hector Berlioz – perché a Pergolesi si contestava di aver usato uno stile non appropriato per un’opera religiosa.

Nonostante i giudizi opposti tuttavia fu  eseguito con successo e conobbe diverse riscritture da parte di altri compositori come Paisiello che ne ampliò la parte strumentale. Lo Stabat Mater di Pergolesi è diventato uno dei suoi componimenti più celebri ed anche una delle opere più importanti e magnifiche di tutto il Settecento, uno dei più toccanti capolavori della musica sacra.

Giovan Battista Pergolesi (1710 – 1736)

Johann Adolf Hasse soprannominato “Il Sassone” per nascita e formazione tedesche, dopo solidi studi in patria tentò nel 1721 un inizio di carriera in campo operistico ma sentì da subito la necessità di spostarsi a Napoli per apprendere, in quella che era considerata la capitale del melodramma, ogni segreto dell’arte di far commuovere con il canto.

Hasse compose, tra gli altri suoi lavori  un Miserere in Do minore che contribuì a guadagnargli lodi e fama. Poco si conosce invece di altri due Miserere, uno in Re minore e uno in Fa. Sembra tuttavia che la prima composizione in Do minore sia servita come base e modello di riferimento per la successiva in Re.

L’organico impiegato (due soprani e due contralti solisti, coro femminile a quattro voci e piccola orchestra d’archi), comune anche al Miserere in Do non lascerebbe dubbi a proposito di questa supposizione. Nel  Miserere, Hasse sfrutta a pieno le conoscenze acquisite a Napoli al fine di creare musica sempre varia.

Ricordiamo ancora per tutti gli appassionati appuntamento quindi venerdi prossimo 19 aprile 2019 (ore 20,30) al Teatro Giotto con ingresso libero.
Info e contatti: 366 5406662 – corale.santacecilia.bsl@gmail.com .

Johann Adolf Hasse (1699 – 1783)

Aldo Giovannini


Redattore . Nato a Borgo San Lorenzo nel 1940; giornalista fin dal 1954; autore di circa diecimila articoli di arte, storia, cultura, folclore, costume, sport, vita sociale, civile, religiosa, politica. Appassionato di storia del Mugello, ha dato alle stampe dodici volumi su Borgo San Lorenzo in particolare e sul Mugello in generale. Detiene in archivio 90 mila immagini, dal 1860, di tutto il territorio.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Commenta

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA