Piazza del Popolo. I residenti contestano i ritardi nello smontaggio

Massimiliano Miniati

Piazza del Popolo. I residenti contestano i ritardi nello smontaggio

Piazza del Popolo. I residenti contestano i ritardi nello smontaggio
09/07/2019

Scrive il nostro collaboratore e giornalista Massimiliano Miniati, in merito allo smontaggio delle strutture utilizzate per la manifestazione Fabbrica 32:

Era già accaduto con il montaggio, anticipato senza dire niente, di un giorno rispetto ai cartelli che ordinavano il divieto di sosta in Piazza del Popolo dalle 6 del mattino del 5 luglio, quando invece il 4 avevano già montato tutto in barba a chi avrebbe potuto anche lasciare l’auto parcheggiata perché tanto il divieto era dal giorno dopo.

Quindi nella migliore (ormai) tradizione borghigiana, meglio non smentirsi neppure per lo smontaggio che, il cartello garantiva entro le 20 del giorno 8 luglio.

Naturalmente stamani le pagode erano ancora tutte al loro posto con il mercato ai giardini, la piazza del popolo ancora occupata la vita di chi ci vive e non ci viene a fare le giratine diventa sempre più difficile.

Possibile che i cartelli dei divieti a Borgo non corrispondono mai al reale divieto? Possibile che tra comune e vigili urbani non ci siano contatti?
adesso, ore 11,44 si sono fatti vedere gli operai, dopo molte segnalazioni all’ufficio del comune, ma anche smontare tutto con le auto dei frequentatori del mercato attaccate mica sarà una cosa facile…

Perchè scegliere sempre la strada della brutta figura?

Massimiliano Miniati


Attore e scrittore. Cura la rubrica di cultura e spettacoli per il settimanale Il Galletto.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Commenta

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA