Quarta dose per Over 60 e fragili. Via alle prenotazioni sul portale regionale

Attualità
visibility620 - martedì 12 luglio 2022
di Redazione
Più informazioni su
Quarta dose in Toscana
Quarta dose in Toscana © N. c.

Dalle ore 18 di oggi, 12 luglio, si aprono le prenotazioni per la quarta dose di vaccino anti-Covid riservata agli over 60 e alle persone con elevata fragilità dai 12 anni in su sul portale regionale (clicca qui) .

La Toscana è, dunque, già pronta per somministrare la quarta dose ovvero la seconda dose di richiamo (second booster) anche alle persone di età pari o superiore a 60 anni oltre a quelle dai 12 anni in su con elevata fragilità, motivata da patologie concomitanti /preesistenti. Queste due nuove fasce di popolazione si aggiungono agli over 80 e agli ultrasessantenni fragili, per i quali le somministrazioni delle quarte dosi sono partite lo scorso 14 aprile. Le quarte dosi già somministrate a oggi in Toscana sono 113.447, come risulta alle ore 15 di oggi sul portale regionale aggiornato in tempo reale.

La somministrazione della quarta dose sarà effettuata dai medici di medicina generale, nelle farmacie che aderiscono e nei centri vaccinali sul territorio gestiti dalle Asl. Le prenotazioni per gli appuntamenti nei centri vaccinali saranno aperte sul portale regionale già dalle ore 18 di questo pomeriggio.

Le prenotazioni per i vaccini si possono effettuare anche nelle farmacie e nelle parafarmacie della Toscana.

La quarta dose potrà essere somministrata se è trascorso un intervallo minimo di almeno 120 giorni dalla terza dose (prima dose di richiamo) o dall’ultima infezione successiva al richiamo (data del test diagnostico positivo).

“La Toscana è pronta a una nuova fase della campagna vaccinale e si è già attivata al meglio per rispondere alle recentissime indicazioni ministeriali, finalizzate alla protezione degli over 60 e delle persone più fragili e più a rischio di contrarre la malattia - commenta il presidente della Regione Eugenio Giani -. Il vaccino è l’unico strumento che abbiamo per rafforzare il nostro sistema immunitario e difenderci dagli effetti più aggressivi del Covid, in continua mutazione. Non c’è tempo da perdere. Mi associo alle raccomandazioni del ministro Speranza e invito chi non l’avesse ancora fatto a vaccinarsi. E’ un gesto di responsabilità verso se stessi e i propri cari”.

“Dobbiamo continuare a tenere alto il livello di prudenza. La quarta dose per le persone più vulnerabili è un’importante opportunità a tutela della propria salute, un’arma in più per prevenire le forme gravi della malattia - sottolinea l’assessore al diritto alla salute Simone Bezzini -. Siamo chiamati a un ulteriore grande impegno. Con gli over 60 e le persone con elevata fragilità la platea dei soggetti, a cui è rivolta ora la quarta dose, è potenzialmente molto più estesa di prima,  passando da circa 350mila a oltre un milione di persone. Siamo pronti. Abbiamo l’esperienza maturata nell'ultimo anno e mezzo e soprattutto operatori sanitari e volontari molto competenti e che credono in quello che fanno. Ringrazio ognuno di loro, i medici di medicina generale, i farmacisti e tutti coloro che hanno consentito e consentiranno alla Toscana di ottenere risultati importanti e svolgere un’ottima campagna di vaccinazione”.

Le indicazioni sono contenute nell'ultima circolare del Ministero della Salute, che segue i pareri sia dell’Agenzia europea per i medicinali (Ema) e del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc), sia della Commissione consultiva tecnico scientifica dell’Agenzia italiana del farmaco.

Il Ministero della Salute ribadisce anche la priorità assoluta nel mettere in massima protezione tutti i soggetti, che non hanno ancora ricevuto né il ciclo di vaccinazione primaria né la prima dose di richiamo (booster) e per i quali la stessa è già stata raccomandata.

 

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Mugelli Giampiero ha scritto il 14 luglio 2022 alle 14:45 :

    nella lentezza burocratica di questa nostra società, c'è una cosa che va alla velocità della luce. Sono i vaccini anti Covid. Come sono veloci ad invogliare le persone di oltre mezzo secolo a farselo. Con la benedizione delle multinazionali farmaceutiche, però ancora non hanno spiegato gli effetti collaterali di tali punture, ce ne sono stati tanti casi pure se lo hanno tenuto nascosto. Cari cittadini questo Covid varia perciò preparatevi alla quinta sesta puntura anzi ad oltranza. Punture senza fine veleni inseriti nel sangue, pure io sono anziano e voglio morire come piace a me non come vogliono ; LORO Rispondi a Mugelli Giampiero

  • Licia Pia Porro ha scritto il 14 luglio 2022 alle 12:16 :

    Non ci sono parole per esprimere il disgusto nel leggere il commento del presidente della Regione. Mente sapendo di mentire. Rispondi a Licia Pia Porro