OK!Mugello

A "Venerdi d'eresia" la presentazione del libro "Sanremo che passione" I cantanti toscani al festival della musica leggera

Presente il curatore Paolo Mugnai con la partecipazione straordinaria di Riccardo Azzurri accompagnato dal violinista Edoardo Galli

  • 147
Paolo Mugnai Paolo Mugnai © NN
Font +:
Stampa Commenta

Paolo Mugnai presenterà la sua opera letteraria Sanremo che passione! I cantanti toscani al festival della musica leggera italiana venerdì 3 novembre 2023 alle ore 21 al Centro Incontro di Borgo San Lorenzo – Auditorium Paola Leoni (Piazza Dante, 33). In collaborazione con la PRO-LOCO di Borgo San Lorenzo. Ospite il cantautore Riccardo Azzurri che il palco dell’Ariston lo ha calcato, accompagnato dal violinista Edoardo Galli. Ingresso libero. Dopo i saluti dell’Amministrazione comunale di Borgo San Lorenzo a cura della consigliera con delega alle pari opportunità Stefania Ciardi, ci sarà il saluto-introduttivo a cura del consigliere della Sezione Soci Coop di Borgo San Lorenzo Giorgio Capecchi. Presentazione di Stefano Pelosi (Presidente Pro-Loco di Borgo San Lorenzo). ​Modera il Direttore Artistico Ezio Alessio Gensini (Vice-Presidente dell’Associazione Culturale I colori delle stelle). Interventi a cura di Sandra Vigiani. 

Aleandro Baldi, Marco Masini, Gianna Nannini, Irene Grandi, Pupo, Andrea Bocelli, Francesco Gabbani fino a “El Diablo” Piero Pelù sono tantissimi i cantanti e le cantanti che hanno calpestato il palco dell’Ariston. Per raccontare tutte le loro storie nella settimana in cui si svolge la 73esima edizione del Festival arriva “Sanremo, che passione! I cantanti toscani al Festival” (Felici editore, 2023) il nuovo libro con la curatela di Paolo Mugnai. Il volume riunisce i contributi di tanti giornalisti che raccontano i cantanti toscani che hanno partecipato al Festival di Sanremo: le tante storie, gli aneddoti e il dietro le quinte della manifestazione più longeva che celebra la canzone italiana. Con interviste a cura di Sandro Bugialli, Enrico Salvadori, Dianora Tinti, Elisangelica Ceccarelli, Riccardo Jannello, Nadia Fondelli, Ilaria Guidantoni, Michela Lanza, Fabrizio Borghini, Giancarlo Passarella, Andrea Spinelli, Barbara Berti, Federico Pieri, Daniele Sgherri, Paolo Mugnai, Norma Judith Pagiotti, Sara Morandi, Bruno Casini, Francesca Cecconi, Roberto Davide Papini, Federico Berti, Enzo Boddi. Tantissimi i nomi dei cantanti, i generi musicali, i successi e gli insuccessi raccolti in esclusiva, agli artisti che hanno fatto la storia della musica in Toscana. Di chi parla questo libro? Nada, gli Homo Sapiens, Toto Cutugno, Riccardo Fogli, Aleandro Baldi, Marco Masini, Francesco Gabbani, Katyna Ranieri, Don Backy, Pupo, Donatella Milani, Paolo Vallesi, Irene Grandi, Riccardo Azzurri, Alessandro Canino, Stefano Sani, Andrea Bocelli, Piero Pelù, Gianna Nannini, Riccardo Del Turco, Narciso Parigi, Francesco Nuti, Piero Umiliani e tanti altri. Voci che sono nel cuore di tutti noi, nel ricordo di quella canzone che ci riporta indietro nel tempo. Ci sono tanti modi per rappresentare Firenze: la via dell’arte e della storia, la narrativa, lo sport, i suoi piatti tipici.

Paolo Mugnai (Firenze, 1969), giornalista. Prima di questa curatela ha curato L'arte della risata. I comici toscani al cinema (Edizioni La Vela) e le raccolte di racconti Toscani per sempre, Fiorentini per sempre, Tifosi viola per sempre (Edizioni della Sera). Ha scritto Fiorentina Story(Edizioni della Sera), La storia editoriale del Diario romano di Vitaliano Brancati, #DA13 L'ultimo saluto al Capitano e Segnare il tempo Fiorentina (Urbone Publishing). Altri suoi libri storico sportivi sono Via nel fango (I Libri di Mompracem), Giuliano Mazzoni, Il Leone del Mugello e altre storie, Sul carro di Bearzot e La Coppa del Duce (Libreria Sportiva Eraclea) tratto dalla Tesi di laurea specialistica con il massimo dei voti e lode in Storia contemporanea. Il suo esordio nella narrativa è con il libro Whodunit, Conte? Delitto a La beauté (Fucine Editoriali). È coautore di vari volumi. Ha tre figli, un cane e una moglie molto paziente che gli perdona il tempo dedicato alla scrittura e sottratto alla famiglia

 

 

 

 

Lascia un commento
stai rispondendo a