OK!Mugello

Tra tradizione e innovazione: La delegazione mugellana dell'Accademia Italiana della Cucina festeggia il ventesimo compleanno

Un convegno al Teatro Giotto, una cena di gala al Golf Club di Scarperia dove sono protagonisti i sapori del Mugello. Intervista agli chef Borchi e Tranchina

  • 373
20 anni della delegazione mugellana 20 anni della delegazione mugellana © Foto Studio Buccoliero
Font +:
Stampa Commenta

Il 20° compleanno (2003-2023) della delegazione mugellana dell’Accademia Italiana della Cucina, celebrato sabato scorso 25 novembre 2023, ha rappresentato un momento significativo per la valorizzazione della cucina del Mugello. La Delegata Avv. Monica Sforzini Faucci che organizzato in maniera impeccabile unitamente ai suoi solerti dirigenti, un evento speciale, costituito da un convegno e una conviviale, per onorare questo traguardo.

Il convegno, tenutosi al Teatro Giotto di Borgo San Lorenzo, ha offerto un'interessante relazione della prof. Carla Giuseppina Romby, conducendo i partecipanti in un viaggio storico attraverso le cucine e le sale da banchetto fiorentine dal 1400 al 1700. Esperti come Leonardo Romanelli, Roberto Zottar, Cristian Borchi e Nicola Tranchina, coordinati da Roberto Ariani, hanno approfondito il tema della cottura dei cibi, unendo tradizione e innovazione.

La cena di gala, svoltasi al Golf Poggio dei Medici di Scarperia e San Piero, ha visto la partecipazione di numerosi accademici e amministratori locali, tra cui il sindaco di Vicchio Filippo Carlà Campa e gli assessori Marco Casati, Patrizio Baggiani (presente solo al convegno) e Alessandro Galeotti. Il menù, curato da Cristian Borchi, noto chef mugellano, ha rivisitato quello originale del primo evento della Delegazione, vent'anni fa, avvenuto nei locali di Villa Pecori Giraldi, ad opera di Adriano Borgioli, inclusa una bistecca alla fiorentina cotta a Bassa Temperatura (CBT).

L'evento ha anche offerto l'opportunità di ricordare i fondatori Adriano Borgioli e Tebaldo Lorini, con aneddoti condivisi da Renzo Bartoloni e Luigi Mercatali. La serata è stata arricchita dalla lettura di pagine del diario dello stesso Adriano Borgioli da parte del figlio Umberto, che hanno riportato alla luce dettagli e momenti della prima serata dell'Accademia nel 2003, visibili anche nella galleria fotografica dell'articolo. Foto storiche hanno ripercorso i vent'anni di attività della Delegazione.

Questa celebrazione ha sottolineato non solo l'importanza della cucina tradizionale, ma anche come l'innovazione possa integrarsi rispettosamente con la tradizione, arricchendo l'esperienza culinaria e contribuendo alla conservazione del patrimonio gastronomico della regione. Com’è nostro costume dobbiamo dare atto a tutti gli amici della Delegazione del Mugello dell’Accademia della Cucina Italiana, fondata com’è noto dal grande e indimenticabile giornalista Orio Vergani nel 1953, con in testa la cara Monica Sforzini Faucci, per il loro impegno in un settore come quello culinario, davvero  impegnativo ma di grande spessore culturale e storico.

A seguire le interviste podcast all'Avv. Monica Sforzini, Chef Cristina Borchi e Chef Nicola Tranchina:

Autori: Saverio Zeni e Aldo Giovannini

 

Lascia un commento
stai rispondendo a