Dafne. Il film mugellano premiato a Berlino, la storia e il trailer

Viola Arinci

Dafne. Il film mugellano premiato a Berlino, la storia e il trailer

18/03/2019

Dal 22 al 24 marzo, il film sarà in proiettato al cinema Corsini di Barberino di Mugello. Domenica 24 marzo alle 21, inoltre, saranno presenti il regista Federico Bondi e la scrittrice Simona Baldanzi – Alla fermata del tram, una ragazza con la sindrome di down con il padre a fianco: si tengono per mano. Due eroi, due sopravvissuti. Un’immagine, un’emozione, una scintilla che ha innescato qualcosa di molto più grande. Dopo quell’immagine, Federico Bondi, regista e co-autore del film “Dafne”, decide di intraprendere un nuovo progetto, di ampliare e approfondire quell’immagine scrivendo una storia, con la collaborazione di Simona Baldanzi.

Simona non aveva mai scritto per il cinema, ma ha già collaborato qualche anno fa con Federico Bondi. Per il nuovo progetto, quello della storia di Dafne, i due si sono ritrovati di nuovo a collaborare, intraprendendo un lavoro lungo, fatto di ascolto e di confronto. Insieme hanno conosciuto Carolina Raspanti, che sarebbe poi stata l’interprete di Dafne e quindi la protagonista del film. La storia è stata quindi adattata alla protagonista, plasmata sul suo modo di essere e sulla sua sensibilità.

“Dafne” è la storia di una ragazza di trentacinque anni, che ha la sindrome di down, vive insieme ai genitori, ha degli amici, un lavoro che le dà soddisfazioni. Nonostante la morte della madre e la depressione del padre, Dafne riesce a reagire e a tentare di scuotere il padre, fino a che, durante un viaggio in montagna nel paese di nascita della madre, i due tentano di guardare avanti, ad un futuro ormai diverso e incerto, ma finendo per guardarsi dentro e scoprendo tante cose l’uno dell’altra.

Il film “Dafne”, girato per gran parte nei territori del Mugello, è il vincitore del premio FIPRESCI, nella sezione Panorama della sessantanovesima Berlinale. FIPRESCI è la Federazione Internazionale della stampa cinematografica. A Berlino, tutti coloro che hanno partecipato alla produzione del film hanno assistito alla prima proiezione internazionale di “Dafne”, in una sala con uno schermo enorme. Il festival è popolare, molto partecipato dai berlinesi, che subito hanno accolto bene il film.

Viola Arinci


Mi chiamo Viola Arinci, ho 19 anni e abito a Borgo San Lorenzo. Mi sono diplomata nel Luglio del 2018 presso il Liceo Scientifico Giotto Ulivi. Sono sempre stata interessata alla letteratura e al mondo del giornalismo, così ho deciso di portare avanti questa passione iscrivendomi alla facoltà di Lettere Moderne presso l'Università di Firenze. Altre mie passioni sono il canto lirico e il pianoforte.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Commenta

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA