Paterno. Nuovo sequestro, e inquietanti ipotesi

Saverio Zeni

Paterno. Nuovo sequestro, e inquietanti ipotesi

Paterno. Nuovo sequestro, e inquietanti ipotesi
06/04/2016

paterno-3 sequestro

Nuovo sequestro questa mattina (Mercoledì 6 Aprile) alla cava di Paterno. Sul posto, come si vede dalle foto scattate da OK!Mugello, sono arrivati gli uomini della forestale, che su ordine della procura hanno sequestrato tutta l’area della cava. Fino ad oggi, infatti, il sequestro riguardava solo i sacconi di Polverino 500 Mesh abbandonati nel piazzale. Ora invecie sulla base di quanto emerso dai prelievi e sopralluoghi effettuati nei mesi scorsi, l’inchiesta penale interessa anche il capannone e tutto il fronte di cava.

Varie e inquietanti le ipotesi che si possono trarre da questi sviluppi. Per primo il fatto che il traffico di rifiuti possa essere in realtà da far risalire anche agli anni in cui la produzione di calce era ancora attiva; con tutte le inquietanti deduzioni che i lettori ne potranno trarre.

Sul posto era presente anche l’assessore all’ Ambiente del comune di Vaglia, Riccardo Empallomeni, il quale ci ha rilasciato la seguente dichiarazione audio:

Saverio Zeni


Responsabile del quotidiano online OK!Mugello.it, attualmente Project Manager presso Sindimedia Srl. Esperto in comunicazione digitale e delle tematiche relative alla Green Economy, sviluppo sostenibile. Solution manager e consulente per aziende. Ideatore e creativo per progetti di comunicazione online.

Tag:

Un commento

Commenta

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA