Ciclismo giovanile. Brutto gesto antisportivo ai danni di una piccola atleta mugellana

La denuncia della madre sui social. La bambina ferita è una di quelle che avevano donato le bici ai coetanei che avevano subito un furto

Ciclismo e Mtb
visibility1502 - domenica 17 ottobre 2021
di redazione
Più informazioni su
La bambina ferita
La bambina ferita © N. c.

Molti ricorderanno il bel gesto di quattro giovanissimi fratelli e sorelle mugellani (tutti sportivi che praticano ciclismo) che hanno donato le loro bici ai coetanei di una squadra di Pontedera che avevano subito il furto delle bici usate per allenarsi (clicca qui). Oggi Cristina, la loro madre, denuncia il brutto episodio antisportivo capitato in gara ad una delle sue bambine (una di quelle che avevano donato le bici):

Challanger Casa Bonello
Oggi brutta giornata di sport di quelle che non si dovrebbero mai vedere, specialmente in gare di bambini...
Dopo l'ennesima scorrettezza, a pochi metri dall'arrivo Siria sorpassa l'ultima avversaria che non ci sta e quindi la butta in terra. Fortunatamente niente di grave e la bambina scorretta è stata declassata. Avrei preferito la squalifica visto che non era la prima volta...
La prossima settimana è l'ultima prova e spero si possa gareggiare tranquillamente e che questa brutta giornata serva a far capire (ai bambini) che vince sempre la lealtà.

Contattata dalla redazione Cristina (la madre) afferma:

Vorrei sottolineare che la società organizzatrice la Ciclistica San Miniato Santa Croce non ha responsabilità su quello che è successo. Anzi vorrei complimentarmi per come è riuscita a gestire questa situazione veramente difficile e vergognosa. Così come è difficile organizzare di questi tempi una giornata di festa per bambini, quale doveva essere, e invece ritrovarsi coinvolti in certi episodi. Viene anche da chiedersi, ma cosa stiamo insegnando a questi bambini?

 

Lascia il tuo commento
commenti