La famiglia Zeni e la Fortis Juventus. Quattro generazioni in Biancoverde, si prevede la quinta

Il trisavolo Bruno, seguito da Giuliano, di nuovo Bruno (nipote) per arrivare a Lorenzo la catena generazionale potrebbe continuare con il nuovo arrivato Amedeo

Calcio
visibility2096 - martedì 29 settembre 2020
di Aldo Giovannini
Più informazioni su
da sx: Giuliano, Bruno, Lorenzo e il piccolo Amedeo
da sx: Giuliano, Bruno, Lorenzo e il piccolo Amedeo © OK!Mugello

La nascita di due paffuti gemellini Amedeo e Amelia figli di due cari amici, Lorenzo Zeni e la compagna Giada (complimenti e tantissimi auguri), ci ha fatto venire in mente, calcisticamente parlando, che i due piccolini, possono vantare ben quattro generazioni, fra babbo Lorenzo, nonno Bruno, bisnonno Giuliano e il trisnonno Bruno, che hanno indossato con onore la maglia biancoverde dell’A. S. Fortis Juventus 1909 di Borgo San Lorenzo.

Iniziamo dal primo Bruno Zeni affettuosamente chiamato "Maestrino" che ha militato nelle formazioni biancoverdi fra gli anni ’20 e ’30. Mentre il bisnonno Giuliano soprannominato “Tassinaro” è stato un generoso difensore fra gli anni ’50 e ’60, titolare nella partita mai dimenticata a Wiesau (Germania) contro la formazione tedesca del luogo. Un aneddoto "scherzoso" di Giuliano fu quando venne definito da un commentatore sportivo "Forte di fisico, scarso di tecnica", poiché come difensore riusciva a marcare benissimo i suoi avversari (grazie al possente fisico), ma con spazi di miglioramento sotto l'aspetto tecnico.

Quindi ecco Bruno, lo "Zito", in un momento particolare delle sorti della società bianco verde fra gli anni ’70 e ’80, quindi il babbo Lorenzo, bianco verde per diversi anni, fino a pochi mesi orsono.

Che dire ancora; prima di tutto i complimenti a tutta questa bella famiglia, ai nonni, agli zii, segnatamente a Saverio Zeni, fondatore di OK!Mugello, con un caloroso e bene augurante benvenuto ad Amalia e Amedeo, con la speranza che il piccolino, un giorno possa indossare la maglia bianco verde, per proseguire gli anelli di una bella e lunga catena sportiva che dura da oltre settant’anni.


Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • pietro ha scritto il 30 settembre 2020 alle 08:48 :

    bella famiglia! Rispondi a pietro