Al Romanelli uno striscione in memoria di Sandro Vignini

Un campione mugellano mai dimenticato

Calcio
visibility591 - sabato 06 marzo 2021
di Aldo Giovannini
Più informazioni su
Lo striscione
Lo striscione © Aldo Giovannini

Nei giorni in cui tutti i campionati dilettanti sono fermi per questo famigerato Covid 19, l’attività agonistica purtroppo è sospesa, ma  nei cuori dei giovani tifosi borghigiani  denominati “Gioventù biancoverde” i ricordi di tanti personaggi, che hanno legato una parte della loro attività in seno alla gloriosa A. S. Fortis Juventus 1909, non vengono dimenticati.

In occasione della scomparsa del dott. Roberto Roselli, benemerito presidente per cinque stagioni sportive, il vecchio vessillo biancoverde gli rese gli onori per alcuni giorni sul muro perimetrale del Campo Sportivo “Romanelli”.

Ora i giovani tifosi hanno appeso un grande striscione per ricordare Sandro Vignini, indimenticabile atleta di serie superiori, che aveva allenato la Fortis Juventus, scomparso il 24 febbraio del 2005  in un incidente stradale.

L’amico Bruno Confortini, con grande senso umano, diede alla stampe un bel volume “ Grande Vigna-Storia di Sandro Vignini, il ragazzo, il calciatore” (Luca  Pugliese Editore), che fu presentato al Centro Tecnico di Coverciano. In un mondo veloce ed arido di sentimenti dove i ricordi si affievoliscono dopo breve tempo, dobbiamo dare atto a questi ragazzi che ancora nulla è perduto. Bravi. Chissà i congiunti di Sandro come apprezzeranno questo ricordo. 

Foto 1: Lo striscione dei giovani tifosi della “Fortis Juventus 1909” in ricordo di Sandro Vignini 

Foto 2: Sandro Vignini mentre riceve nel maggio del 2000 una targa d’argento da parte del dott.  Luca Margheri, presidente all’epoca della Fortis Juventus 1909. 

(Foto cronaca di A.Giovannini)       

 

Lascia il tuo commento
commenti