Max Mugelli. Pole, podio e secondo posto in campionato

Nel Campionato Europeo Ultimate Cup Series

Auto & Moto
visibility93 - mercoledì 06 novembre 2019
di Redazione OK!Mugello
Più informazioni su
Max Mugelli
Max Mugelli © OK!Mugello

Pole, podio e secondo posto in campionato per Max Mugelli e il Team DEMJ al Paul Ricard nel Campionato Europeo Ultimate Cup Series.

Non era un risultato affatto facile alla vigilia: il livello dei partecipanti alla 4 ore in notturna del Paul Ricard, ultimo appuntamento del Campionato Europeo Ultimate Cup Series, faceva prevedere una gara estremamente dura e combattuta.

Max Mugelli era però sembrato subito ottimista, dichiarando che il secondo posto in classifica generale era alla portata del team, e così è stato! Ottimismo confermato anche dalla ottima pole position ottenuta nelle qualifiche da Max.

Nonostante la scuderia DEMJ, capitanata da Lucien Crapiz ma anche teammate di Max, non abbia potuto partecipare addirittura a tre gare in calendario (Slovacchia, Valencia e Magny Cours) il secondo posto ottenuto domenica insieme alla vittoria nella gara inaugurale all’Estoril e due terzi posti (Digione e Mugello) permettono alla scuderia e ai due piloti di aggiudicarsi il titolo di ViceCampione!

Peccato che il meteo abbia giocato un brutto tiro proprio a Max, che aveva disegnato assieme al tecnico Fred una strategia perfetta per potere vincere la gara: le condizioni meteo, già incerte allo start, cambiano in peggio proprio quando Max entra in pista per l’ultimo turno di guida di un’ora. Una fitta nebbia cala sul circuito e il direttore di gara decide di esporre bandiera rossa congelando la classifica quando Max era in seconda posizione e stava iniziando la rimonta nei confronti del capoclassifica.

Nonostante dunque la delusione di non potere avere concluso la gara a causa della fittissima nebbia, Max Mugelli festeggia sul secondo gradino del podio insieme a Lucien Crapiz e Jaques Savariou, altro pilota francese che in questo ultimo appuntamento ha affiancato Lucien e Max.

Max Mugelli

“Sono davvero soddisfatto di avere centrato il nostro obiettivo, ovvero quello di conquistare il secondo posto in classifica generale e dunque il titolo di ViceCampioni del Campionato Europeo Ultimate Cup Series. Un risultato eccellente anche alla luce del fatto che non abbiamo potuto partecipare a tre gare su sette.

Nelle gare dove siamo stati al via abbiamo sempre concluso a podio, sommando una vittoria, un secondo posto e due terzi posti: un ottimo ruolino di marcia!

Rimane però un pizzico di rammarico perché se non fosse calata una fitta nebbia sul circuito avrei senza dubbio potuto puntare alla vittoria. Infatti, ho potuto disputare solo 10 minuti di gara circa perché il direttore di gara, benché con un po' di ritardo, ha ritenuto che la fittissima nebbia fosse eccessivamente rischiosa per i piloti e ha deciso per la bandiera rossa, che significa fine della gara dato che il 70% era già stato compiuto. Confermo che la visibilità, soprattutto nella prima parte del tracciato, era pressoché nulla e gli ultimi due giri sono stati molto pericolosi, ma io avrei fatto entrare la safety car per vedere se la nebbia, come in parte è successo, si sarebbe diradata.

Fino a quel momento avevamo disputato una ottima gara, Lucien aveva fatto un primo e un terzo stint pressoché perfetti e anche Jacques non aveva commesso grossi errori nel suo, avevamo solo perso qualche secondo di troppo nel primo rifornimento ma sono quasi certo che senza l’interruzione avremmo potuto vincere, perché il mio passo rispetto a chi ci precedeva era decisamente migliore.

A fine gara ero molto arrabbiato, quasi furioso per non aver potuto guidare, ma sono però molto soddisfatto della mia prestazione: ho realizzato la pole position in qualifica e nelle libere sono stato costantemente tra i più veloci in pista!

A inizio anno, dopo la stagione fantastica dello scorso anno con la vittoria del VDEV insieme a Patrick, mi era stato chiesto di dare il mio contributo sia di esperienza che di velocità e credo che sia stato determinante per il team: sono stato velocissimo in ogni gara senza mai commettere un benché minimo errore e soprattutto sono riuscito a far crescere Lucien fino a portarlo ad essere il più veloce tra i piloti non professionisti. Al Paul Ricard ha fatto la sua migliore prestazione di sempre! Complimenti!

Ci tengo a ringraziarlo in modo particolare insieme a tutti i ragazzi che lavorano per la scuderia DEMJ di Lione. Grazie per avermi dato questa possibilità: ho ripagato la loro fiducia con prestazioni straordinarie, meritandomi i complimenti sia della squadra che degli avversari. Grazie davvero.

Spero quindi di potere essere nuovamente al loro fianco anche nella prossima stagione!”

Lascia il tuo commento
commenti