“Adiòs Tierra del Fuego” ritorno al nord. In moto dalla fine del mondo

Saverio Zeni

“Adiòs Tierra del Fuego” ritorno al nord. In moto dalla fine del mondo

21/12/2016

Nonostante la bassa temperatura, i nostri protagonisti dell’avventura motoristica nell’estremo Sud, hanno ricevuto un accoglienza molto calorosa dalle autorità cittadine di Ushuaia (articolo qui). E domenica 18 Dicembre sono saliti di nuovo in sella per riprendere la direzione Nord, questa volta attraverso l’Argentina per vivere nuove emozioni, orizzonti sconfinati e visitare nuove città.

La prima tappa Argentina è stata “Rio Gallegos“, capitale della provincia argentina di Santa Cruz, distante 580 KM da Ushuaia, raggiunta tramite l’attraversamento per ben due volte della frontiera Cile/Argentina.

Nota particolare di questa tappa, è stato l’attraversamento dello Stretto di Magellano: un percorso navigabile del Cile immediatamente a sud della massa continentale del Sud America. Si può sostenere che lo stretto sia il più importante passaggio naturale tra l’Oceano Pacifico e l’Oceano Atlantico, ma è considerato una rotta difficile da percorrere a causa del clima inospitale e della strettezza del passaggio. Prende il nome da Ferdinando Magellano, il primo europeo, durante il suo viaggio di circumnavigazione del globo.

Lunedì 19 tappa obbligata, di 450 km, a “El Chalten” la Capitale degli Scalatori”. Città dove si ritrovano le maggiori spedizioni alpinistiche per affrontare il famoso Cerro Torre che si trova all’interno del Parco Nazionale Los Glaciares. Per questa ragione questo villaggio è ben conosciuto da alpinisti e scalatori.

Il viaggio verso Nord continua superando zone desertiche e piste sterrate che sembra non finire mai. Martedì 20 è la volta della città Perito Moreno, dopo oltre 580 km. Da non confondere con l’omonimo ghiacciaio “Perito Moreno”, il quale dista centinaia di kilometri più a sud (ne abbiamo parlato qui). Perito Moreno, è un comune (municipio in spagnolo) dell’Argentina, appartenente alla provincia di Santa Cruz, capoluogo del dipartimento di Lago Buenos Aires. Nel 1981 la città fu dichiarata Capitale archeologica di Santa Cruz, per il gran numero di resti archeologici e di pitture rupestri scoperti nella vicina valle del rio Pinturas.

I nostri cavalieri del terzo millennio, Giovanni Menchi, Alessandro Samorani e Dario Magi, in sella alle loro moto Honda XR 150 cc, Mercoledì 21 sono arrivati al villaggio di Epujen, un comune situato nel dipartimento di Cushamen, in provincia di Chubut, concludendo la giornata con altri 639 km percorsi prima di un meritato riposo. Per concludere l’avventura Sudamericana, con arrivo a Santiago del Chile, mancano da 1300 ad oltre 1700 a seconda dell’itinerario che affronteranno. Ci sarà da oltrepassare nuovamente la Cordigliera delle Ande e pertanto non è prevedibile quale possa essere il valico fattibile. Ma per tutti gli aggiornamenti state sintonizzati con OK!Mugello, che provvederà a dare le giuste informazioni.

Qui trovi tutti gli articoli pubblicati fino adesso.

La cartina animata delle tappe effettuate dai motociclisti. Clicca sulle freccette della cartina per vedere l’animazione.

Saverio Zeni


Responsabile del quotidiano online OK!Mugello.it, attualmente Project Manager presso Sindimedia Srl. Esperto in comunicazione digitale e delle tematiche relative alla Green Economy, sviluppo sostenibile. Solution manager e consulente per aziende. Ideatore e creativo per progetti di comunicazione online.

Tag:

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA