Covid, influenza e 'finestre aperte'. Lettera di una studentessa (in attesa del Dpcm di stasera)

Redazione Pensieri, parole e riflessioni ai tempi del Covid-19
visibility2576 - OkMugello - domenica 18 ottobre 2020
Finestre aperte
Finestre aperte © PhotoLanda

Scrive una studentessa a OK!Mugello: Tutti a parlare dei casi in aumento, ma nessuno si sofferma a pensare su quello che sta realmente accadendo? L’organizzazione? Non ne parliamo proprio, abbiamo dimenticato che esistono le influenze stagionali? A scuola vogliono le finestre aperte, ma se poi noi studenti prendiamo un raffreddore dobbiamo stare a casa, e se aspettiamo l’Asl si perde l’anno.

L’unica soluzione è sborsare ben 75 euro per rientrare a lezione. E bene si! I finestrini dell’autobus aperti, ma il raffreddore noi non possiamo prenderlo, giusta osservazione e in più, riapertura delle scuole per farci ammalare? Ma quanto ancora vogliono insistere se già mezze classi sono tutte in quarantena nuovamente a fare lezioni online?

Era prevedibile una situazione del genere, bella strategia! Ricordiamo che tutti noi abbiamo dei parenti anche anziani, e se l’andatura è questa faremo tutti peggio che meglio, spero che, chi di dovere si soffermi a pensare, e che si!! giusto agire in fretta ma un minimo di pensiero su come organizzare le cose ci deve essere, perché sennò rischiamo veramente un nuovo lockdown!
Grazie e arrivederci
Lettera firmata

Lascia il tuo commento
commenti
Altri articoli
Gli articoli più letti