Libri in redazione. “ Zero ” di Nicoletta Agricoli

La Redazione Libri in Redazione
visibility87 - OkMugello - sabato 25 marzo 2017
Libri in redazione. “ Zero ” di Nicoletta Agricoli
Libri in redazione. “ Zero ” di Nicoletta Agricoli © n.c.

Ci giunge sul nostro tavolo una comunicato dove si ricorda che venerdi prossimo 31 marzo 2017, nella Sala Gigli di Palazzo del Pegaso in via Cavour 4 a Firenze, alle ore 17 precise, sarà presentato il libro di Nicoletta Agricoli, intitolato “ Zero ”.

Dopo i saluti di Eugenio Giani, presidente del Consiglio regionale della Toscana, interverranno Paolo Bambagioni, consigliopre regionale, Massimo Biagioni, ricercatore di storia locale, Riccardo Nencini, Vice Ministro alle Infrastrutture e dei Trasporti, Lisa Ciardi, giornalista de La Nazione. Ovviamente sarà presente l’autrice.

Quindi la presentazione si sposterà a Borgo San Lorenzo venerdi 7 aprile 2017, alle ore 21 all’interno del palazzo Comunale di Borgo San Lorenzo. Ecco una breve biografia della scrittrice, che pubblichiamo molto volentieri, per rendere edotti tutti gli appassionati di letteratura e di romanzi.

Nicoletta Agricoli è nata a Firenze il 5 Aprile del 1953 ed ha vissuto e lavorato lì fino al 1990, anno in cui si è trasferita a San Godenzo, piccolo Comune della Provincia di Firenze sull’Appennino Tosco Romagnolo, dove svolge la professione di agente immobiliare e dove, nella legislatura 1990-1995, è stata eletta in Consiglio Comunale assumendo funzioni di assessore e vicesindaco.

È stata tra i fondatori del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, ricoprendo dal 1993 a 1998 la carica di Consigliere all’interno del Consiglio Direttivo del Parco.

Ha due figlie di trentadue e quarantuno anni e tre nipoti.

Nel 2008 Giampiero Pagnini Editore di Firenze ha pubblicato il suo primo romanzo “La Signorina” che, per il tema trattato e configurandosi come romanzo storico, è stato ben accolto dalle amministrazioni locali, che lo hanno a più riprese presentato e promosso, e da alcune scuole medie e medie superiori che lo hanno introdotto come testo di lettura. Nel 2009 è stato inoltre presentato nella nota rassegna del Comune di Firenze “Leggere per non dimenticare” a cura di Anna Benedetti.

“ Zero ” è il suo secondo romanzo. Attualmente sta lavorando ad una raccolta di racconti e ad un terzo romanzo che, analogamente ai primi due, racconta le vicende personali dei personaggi sullo sfondo di un momento storico significativo nelle vicende del nostro paese.

Sinossi di Zero; “ Zero ” si compone di due parti, di cui la prima con una premessa, e la seconda con un epilogo. La premessa permette di capire che chi racconta la storia (Giulia) al momento attuale è una donna intorno ai 70 anni che ripercorre la propria vita attraverso i ricordi legati al rapporto con una giovane donna (Mariannina) iniziato quando lei era ancora una bambina.

La prima parte racconta questo rapporto e l’incontro dal quale era iniziato, oltre all’insolita vicenda personale proprio di Giulia; il tutto è ambientato nella Firenze dell’immediato dopoguerra con flashback che riportano alla vita molto particolare di Mariannina e a un mondo già allora scomparso. Il tutto con racconti un po’ onirici e surreali che si intercalano alla vicenda principale e che si avvalgono di un linguaggio frammisto a dialetto siciliano (la Sicilia è il luogo di origine di Mariannina).

La seconda parte ci porta nei primi anni ’60 e vede Giulia che, ormai adulta, appena laureata e intenzionata a svolgere la professione di giornalista, raggiunge Palermo dove è stata assunta da una piccola testata giornalistica. Siamo in pieno “sacco di Palermo” e Giulia, un po’ ingenuamente, si lancia nella ricerca della verità, scavando nel tessuto sociale e politico ed evidenziando gli stretti legami tra mafia e politica. Tutto questo le causerà non pochi guai che porteranno all’epilogo del romanzo il quale offre uno spaccato della Sicilia degli anni ’60 e evidenzia il ruolo di coloro che si sono battuti, spesso con esiti drammatici, contro il muro degli intrecci mafia-politica siano essi giornalisti, magistrati, imprenditori o uomini di chiesa.

La vicenda si conclude ai giorni nostri con una rivelazione che apre al lettore uno scenario insospettato fino a quel momento.

Come si ricorderà (come scrisse su OK!Mugello il nostro Lorenzo Bartolini, il libro fu presentato in anteprima sabato 17 dicembre 2016 nella Sala Parrocchiale di San Godenzo, e il libro fu presentato dall’amico e collega de La Nazione Riccardo Benvenuti. Tutti gli amici e gli estimatori di Nicoletta Agricoli sono gentilmente invitati.

Foto 2. Locandina della presentazione del libro di Nicoletta Agricoli a Firenze

 

Lascia il tuo commento
commenti