A piedi sulla Francigena. Altre due tappe, nonostante il caldo

La Redazione Appunti di viaggio
visibility5 - OkMugello - martedì 07 luglio 2015
A piedi sulla Francigena. Altre due tappe, nonostante il caldo
A piedi sulla Francigena. Altre due tappe, nonostante il caldo © n.c.

Marco sta proseguendo il suo pellegrinaggio lungo la Via Francigena. Qui il racconto della 16esima e 17esima tappa. Domenica è partito da Acquapendente alla volta di Bolsena.

La partenza è stata all'alba. "Il tentativo è di prendere meno caldo possibile anche se in questi giorni l'impresa è impossibile". Il cammino è stato piacevole e spedito sino alle porte di Bolsena e la tappa si è conclusa intorno all'una con un bagno al lago.

 

"Il nostro ostello è di fianco alla basilica di Santa Cristina, un luogo fondamentale nella storia del paese per due ragioni molto profonde.

Nel 1263 ci fu un miracolo eucaristico che vide protagonista il sacerdote boemo Pietro da Praga. Il prelato viveva un momento di crisi e un giorno mentre stava celebrando la santa Messa, allo spezzare del pane questo iniziò a sanguinare. Dall'anno successivo al fatto venne istituita la festa del Corpus domini e iniziò l'usanza di una processione con le reliquie del miracolo eucaristico.

La seconda ragione è la storia di Santa Cristina patrona del paese. La fanciulla poco più che una bambina era stata promessa agli dei dal padre. Lei invece aveva avuto una conversione e da allora iniziarono torture fino alla sua morte".

La tappa di ieri, invece, lo ha visto arrivare sino a Montefiascone. Una strada che ha sorpreso sia Marco che i suoi compagni di viaggio, attraverso la sua bellezza ed il continuo cambio di scenario.

"Questa zona è casa mia, ma io non avevo visto nulla di quello che ho incontrato oggi. La Cassia è una bella strada, ma percorrerla in auto non permette di vedere tante cose.

Da queste parti la Francigena è sentita davvero molto. L'avvicinarsi a Roma esalta molte vicende religiose ma non solo quelle. La Tuscia è stata teatro di tante storie comprese quelle del brigantaggio".

"Per chiudere questa diciassettesima tappa potremmo usare la bella immagine di Richard e Alberto che brindano con i calici di Est Est Est. Un vino doc di questa zona è che prende il nome proprio da una scena tipica del pellegrino".

Oggi Marco arriverà a Viterbo ed il suo giaciglio per la notte sarà ben noto, perché si fermerà a riposare a casa della mamma.

Alcuni immagine della 16esima e 17esima tappa.

 

Lascia il tuo commento
commenti