Gli Alpini a Vicchio. Fotocronaca di una bella festa

Aldo Giovannini

Gli Alpini a Vicchio. Fotocronaca di una bella festa

Gli Alpini a Vicchio. Fotocronaca di una bella festa
04/04/2019

Come precedentemente scritto, Vicchio di Mugello ha vissuto la settimana scorsa (sabato 30 e domenica 31 marzo 2019) una grande, bella e significativa manifestazione delle “penne nere”, i gloriosi e sempre invitti alpini, in occasione del 35° Anniversario della fondazione a Vicchio del Gruppo Alpini ”C. Manzani”, fondata a ppunto nel 1984

Gli eventi in programma sono iniziati sabato nell’Oratorio di San Giovanni con il “Coro di Cortina d’Ampezzo” che ha incontrato gli alunni della Scuola Media Statale ed altre persone; nel pomeriggio si è tenuto presso la Casa di Riposo “Villaggio di San Francesco” a Senni in comune di Scarperia San Piero, un applaudito concerto del Coro Alpini di Cortina d’Ampezzo; la sera nella Pieve, gremitissima, di San Giovanni Battista di Vicchio, ha avuto luogo un concerto dei tre cori presenti a questa manifestazione: Cortina d’Ampezzo, Coro Ana “Su insieme” della sezione di Firenze e Coro Alpino del Mugello della sezione di Firenze.

Infine domenica alla presenza delle autorità amministrative (presenti i sindaci di Vicchio Roberto Izzo e San Godenzo Alessandro Manni), autorità militari (Maresciallo dei Carabinieri Maurizio Cataldo e comandante della Polizia Municipale Luca Poggiali), consiglieri ed assessori di maggioranza e minoranza, alcune Associazioni di Volontariato (Misericordia e Fratres), diversi gruppi di Alpini provenienti dal territorio del Mugello, Alto Mugello e Val di Sieve; erano presenti addirittura 19 gagliardetti di altrettante associazioni degli alpini convenute a Vicchio.

Mi si dice inoltre che nei due convivi, dopo la cerimonia dell’ammaina bandiera, allestiti al Il Circolo il Paese e alla Casa Matta, il clima sia stato cordiale, di grande simpatia, festoso, di uomini che hanno nel cuore l’amore della Patria, parola tanto irrisa e bistrattata dai grandi intelletti, di reciproco rispetto, di armonia e profonda amicizia, anche se un alpino abita a Caltanisetta o a Cuneo; basta il cappello con la penna per stringersi la mano e gridare “Viva l’Italia”.

E noi terminiamo con “Viva gli Alpini”. Un ringraziamento all’alpino Raffaele Travisano del Gruppo Alpini di Borgo San Lorenzo per le belle foto di cui qualcuna la pubblichiamo a corredo.

Aldo Giovannini


Redattore . Nato a Borgo San Lorenzo nel 1940; giornalista fin dal 1954; autore di circa diecimila articoli di arte, storia, cultura, folclore, costume, sport, vita sociale, civile, religiosa, politica. Appassionato di storia del Mugello, ha dato alle stampe dodici volumi su Borgo San Lorenzo in particolare e sul Mugello in generale. Detiene in archivio 90 mila immagini, dal 1860, di tutto il territorio.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Commenta

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA