Reggello. Fatture false per 6 milioni di euro per una nota casa chimico-farmaceutica: Beni sequestrati a amministrazione

Martina Stratini

Reggello. Fatture false per 6 milioni di euro per una nota casa chimico-farmaceutica: Beni sequestrati a amministrazione

Reggello. Fatture false per 6 milioni di euro per una nota casa chimico-farmaceutica: Beni sequestrati a amministrazione
30/04/2019

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Firenze, nei giorni scorsi, hanno dato esecuzione ad un provvedimento di sequestro “per equivalente” nei confronti di
3 amministratori di una società chimico – farmaceutica con sede nel Comune di Reggello (2 di nazionalità francese ed 1 italiano) facente parte di un gruppo imprenditoriale tra i principali a livello mondiale con stabilimenti localizzati in tutto il mondo.
Il provvedimento, emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Firenze Antonella Zatini, consegue ad indagini condotte tra il 2017 e il 2018 dalla Guardia di Finanza su delega del Sostituto Procuratore della Repubblica del capoluogo toscano, dottor Gianni Tei. Il valore delle liquidità oggetto di sequestro supera i 600 mila euro e corrisponde all’ammontare delle imposte sui redditi e sul valore aggiunto che sarebbero state evase dalla società farmaceutica tra il 2012 e il 2017, mediante condotte sanzionate dalle leggi che tutelano dalla Dichiarazione fraudolenta.

In sintesi, la società avrebbe qualificato come costi, con conseguente abbattimento del proprio reddito e delle correlate imposte, quelli documentati da fatture emesse nei suoi confronti dalla società capogruppo stabilizzata in Lussemburgo. Questi costi, tuttavia, si riferivano a prestazioni che, pur descritte come “servizi manageriali”, non erano mai state effettuate; la loro unica finalità era quella di consentire di far figurare, in maniera fraudolenta, redditi inferiori a quelli reali. L’ammontare complessivo delle operazioni inesistenti ha sfiorato i 6 milioni di euro, comportando anche evasioni all’imposta sul valore aggiunto (Iva) per circa 250 mila euro e all’Imposta Regionale sulle Attività produttive (IRAP) per oltre 270 mila euro.

Martina Stratini


Determinata, realista e ambiziosa. Amo il settore del giornalismo per il quale sto studiando all'Università di Scienze Politiche "Cesare Alfieri" di Firenze con ramo in "Studi in Comunicazione". Sono redattrice della rivista "Edera: La Cultura Cresce ovunque" mensile cartaceo per ragazzi ideato, realizzato e distribuito nelle edicole da un gruppo di ragazzi fiorentini. Sono anche responsabile stampa della squadra di calcio femminile Vigor CF, con sede a Rignano sull'Arno. Sono appassionata di fotografia ed il mio sogno nel cassetto è quello di lavorare un giorno in radio e/o in televisione.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Commenta

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA