Anche Giani ieri a Vaglia per la statua restaurata

Redazione OK!Mugello

Anche Giani ieri a Vaglia per la statua restaurata

Anche Giani ieri a Vaglia per la statua restaurata
20/05/2019

Scrive Giuseppe Casamassima nel gruppo Facebook Vaglia com’era:  18 maggio 2019.
Il Cristo Deposto è tornato nella sua casa dopo un lungo e complesso restauro grazie all’intervento della Sovraintendenza di Firenze che lo ha affidato all’ Istituto di restauro Palazzo Spinelli.

Il saluto di Eugenio Giani e del Sindaco Leonardo Borchi. Poi la parola a Padre Donath parroco della Pieve di Vaglia che ha illustrato il significato della statua sicuramente usata, in passato, per le processioni della settimana Santa.

Il ‘Cristo deposto’ restaurato

Durante lavori straordinari di pulizia, “apparve” un sacco nero contenente apparentemente dei rifiuti. Era il Cristo deposto frammentato in un numero incredibile di pezzi. Tre grandi e 11 più piccoli. E poi tanti “sassolini”.

Fu richiesto l’intervento della Sovraintendenza ed oggi siamo qui ad ammirare una grande opera.
Alcune parti erano mancanti, ad esempio una gamba e un piede e anche altri frammenti che sono state magistralmente ricostruite.

Non solo. La statua era stata ben 9 volte riverniciata. Grande impegno durato 4 anni per Ivan Radasic (proviene dalla Croazia sotto l’abile guida della restauratrice Elena Funghini).
Per la Sovraintendenza è intervenuta la Jennifer Celani e il Presidente dell’ Istituto per l’arte e restauro Palazzo Spinelli Dr. Emanuele Amodei.

Redazione OK!Mugello


Redazione OK!Mugello

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Commenta

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA