20enne deceduto. Anche Scelgo Vaglia sulla tragedia del Banti

Redazione OK!Mugello

20enne deceduto. Anche Scelgo Vaglia sulla tragedia del Banti

20enne deceduto. Anche Scelgo Vaglia sulla tragedia del Banti
15/07/2019

Dopo il servizio pubblicato da Saverio Zeni in merito al sopralluogo di Fratelli d’Italia all’ex ospedale Banti di Pratolino (teatro nei giorni scorsi della morte di un 20enne fiorentino) riceviamo anche la nota da parte del gruppo Scelgo Vaglia:

Abbiamo appreso con grande turbamento la notizia riportata stamane da “La Nazione” riguardante il decesso di un ventenne ritrovato senza vita nei pressi dell’ex sanatorio Banti.

Un fatto che – quali che siano le conclusioni delle indagini sulle cause di questa tragedia – conferma l’inaccettabile stato di abbandono e di pericolosità in cui versa da troppo tempo questa sorta di monumento dell’incuria della pubblica amministrazione. Una situazione peraltro segnalata e denunciata ripetutamente dai cittadini residenti nel territorio adiacente. E che – per quanto ci riguarda – abbiamo di recente sollevato con l’Interrogazione presentata in proposito al Sindaco di Vaglia e discussa nel Consiglio Comunale di giovedì 11 luglio. Una interrogazione incentrata sull’annoso problema della copertura in amianto dell’edificio ma intesa anche a sollecitare i provvedimenti necessari ad impedire l’accesso al Banti.

Mentre auspichiamo che vadano in porto le procedure avviate dalla ASL per la cessione dell’edificio, procedure che proprio nei prossimi giorni dovrebbero entrare nella fase conclusiva, esprimiamo il più sentito cordoglio per il tragico evento.

Questo è il momento del dolore. Noi – fuori da ogni inaccettabile logica di strumentalizzazione politica – esprimiamo alla famiglia i più fervidi sentimenti di vicinanza e di solidarietà.

Articoli Correlati

Redazione OK!Mugello


Redazione OK!Mugello

Un commento

  1. Sindaco di Vaglia ha detto:

    Personalmente ed a nome di tutta l’Amministrazione Comunale di Vaglia esprimo dolore per la morte del giovane e vicinanza ai famigliari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Commenta

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA