Falaschi, "I Cicciao di Contea", spiega perché il contante è meglio delle carte di credito

"Non voglio ubbidire, voglio libertà di scelta" sono le sue richieste

visibility4690 - sabato 02 novembre 2019
di Saverio Zeni
Più informazioni su
Claudio Flaschi
Claudio Flaschi © Falaschi

Claudio Falaschi, da tutti conosciuto come 'i Cicciaio di Contea', con questo video cerca di dimostrare in maniera originale perché, secondo lui, i pagamenti in contanti sarebbero vitali per l'economia reale, molto più di quanto lo siano quelli effettuati con bancomat e carta di credito.

Saranno i lettori a giudicare se questa spiegazione, fatta con 15 euro e una lavagnetta con un grafico a forma di cuore, sia o meno convincente per loro.

A voi la sentenza

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Davide Cardone ha scritto il 03 novembre 2019 alle 18:45 :

    Che banalità. Le commissioni per il POS devono essere considerate al pari degli altri costi (affitto , macchinari etc.). Ma soprattutto così siamo sicuri che su quei 15 € ci paghi le tasse caro cicciaio. Rispondi a Davide Cardone

    Nina ha scritto il 04 novembre 2019 alle 09:01 :

    Se il cicciaio, paga o no le tasse, l'Agenzia delle Entrate ha ben modo di verificare, come per tutti, se vuole... Non è un buon motivo perché TUTTE le transazioni diventino "merce" su cui lucrare continuamente a cascata, perché quel che viene eroso è valore reale (e quindi beni concreti) a fronte di valore virtuale. Oltretutto, se i costi di dette transazioni devono venire trattati come affitto, bollette, etc, su chi graveranno, alla fine? A vantaggio di chi? Non ci vuole molto a capirlo. Rispondi a Nina