La Francigena del Sud: Terza tappa da Pietramelara a Castelluccio Valmaggiore

Due modi di affrontare il viaggio in bici. Lorenzo Monti con E-bike (pedalata assistita) con packing da gravel. Giovanni Menchi in mountain bike a pedalata muscolare classica con borse laterali!

visibility179 - giovedì 10 ottobre 2019
di Saverio Zeni
Più informazioni su
La Francigena del Sud
La Francigena del Sud © OK!Mugello

Terza tappa, ieri mercoledì 9 ottobre, di 140 km con 2200 metri di dislivello sulla Francigena del Sud di Giovanni Menchi accompagnato da Lorenzo Monti. A seguire il resoconto e l'ampia fotogallery di Giovanni Menchi sulla tappa.

Siamo partiti da Pietramelara alle ore 8.00. Già si inizia a respirare aria Montana! Dopo Il successivo paese di Roccaromana subito abbiamo scalato la prima collina verso Dragoni! Per fortuna il tempo ci assiste, la giornata si prospetta fantastica! Si prosegue direzione Alife ai piedi del parco regionale del Matese, comprensorio montano davvero affascinante. Da qui attraverso un altopiano passiamo i paesi di Gioia Sannitica e Faicchio fino ad arrivare a Terme Telese.
Alle ore 12:30 abbiamo raggiunto Benevento sotto l’ Arco Di traiano:L’ Arco che fu realizzato in onore di Traiano quando venne a Benevento per inaugurare la nuova via Appia traiana differente da Appia Antica, la quale ha un tracciato più lungo per arrivare in Puglia! L'Appia Traiana, nel periodo del medioevo fu utilizzata dai Pellegrini per arrivare a imbarcarsi nei porti di Bari e Brindisi (dopodichè venne chiamata via Francigena del sud).Ci lasciamo alle spalle Benevento e ci immergiamo negli Appennini dei Monti Dauni. Paesaggi spettacolari, all'inizio collinari per poi arrivare ad altezze di 1000 mt. Da noi soprannominata le "Fiandre del mezzogiorno" in quanto in uno dei tratti ci si arrampicava su delle salite del 20% in mezzo al niente! Paesi di rilievo Buonalbergo, Faeto e Celle San Vito, tutti Borghi medioevali arroccati sulle colli montani.Bellissimo il parco di Faeto. Unica pecca visiva centinaia di enormi pale eoliche su tutto il tratto Appenninico di crinale.
Positivo sono le strade asfaltate molto meglio delle nostre!
Ci ha sorpreso di sentire al tramonto il canto dei grilli a ottobre inoltrato!
Tappa magica Grazie anche al tramonto che ci ha mostrato la luna salire!E adesso riposiamo a Castelluccio Valmaggiore per riprendere domani (oggi, ndr) il nostro tour sulla Via Francigenza del Sud.

Leggi qui: 2° Tappa Da Sezze a Pietramelara

Leggi qui: 1° Tappa da Roma a Sezze per una nuova avventura sportiva

Lascia il tuo commento
commenti