Maggiaioli di Barberino in lutto per la scomparsa del loro Bordino

Noi lo vogliamo ricordare nel suo modo poetico ....che non morirà mai.

Società
visibility760 - domenica 31 gennaio 2021
di Saverio Zeni
Più informazioni su
I maggioli a Stia nel 96
I maggioli a Stia nel 96 © Maggiaioli Barberino

Il gruppo dei Maggiaioli di Barberino hanno deciso di ricordare Fernando Aiazzi (per tutti Bordino), nella modalità che gli sarebbe stata più congeniale, ovvero in Poesia. Eccop di seguito quanto realizzato dal Gruppo Maggiaioli:

A Bordino

Le tue dita sapienti,

ad indicare la luna.

Sera di primavera,

e nel vento, i canti di maggio.
 

Grazie alla terra, grazie ai suoi doni,
 

Grazie a Te Bordino, ancor giovane

cosi, come bei ricordi

generoso nel sorridere sempre e giocare col tempo,

il brillare degli occhi, la fatica e il sudore

chiusi dentro ai canti di noi Maggiaioli

e più allegra è la festa.
 

Grazie Bordino

Per il tuo grande cuore

per saperlo donare,

per averci narrato, un passato che resta.

La tua dolce ironia e il tuo buon umore,

cavaliere di maggio e giullare di vita.
 

Questa gente ti abbraccia,

e vuoi sorridere ancora

per sempre…
 

I grandi tuoi occhi buoni,

stanchi

nella salita che tu,

hai saputo scalare senza mai un lamento

cosi come ora,

prigioniero e gabbiano che sa ancora volare…
 

Il tuo amore è il nostro,

il tuo cuore le nostre canzoni

maturate al sole come campi di grano.
 

La tua luna di maggio che riscalda la sera

nell’incanto ti stringe e ti bacia la fronte

mentre tu  la saluti con il solito inchino
 

Grazie Bordino...

I tuoi Maggiaioli.

Lascia il tuo commento
commenti