Aziende mugellane. Secondo riconoscimento alla ditta Boni di Pesciola

Aldo Giovannini

Aziende mugellane. Secondo riconoscimento alla ditta Boni di Pesciola

Aziende mugellane. Secondo riconoscimento alla ditta Boni di Pesciola
12/07/2019

Come i nostri lettori ricorderanno, il 24 marzo 2018, fu una grande giornata per la famiglia Boni di Pesciola-Bossoli (nel comune di Vicchio di Mugello) e per lo stesso paese mugellano. Infatti nel prestigioso e magnifico Salone dei ‘500 in Palazzo Vecchio a Firenze, l’Azienda “Boni srl” (che oggi si occupa di opere di urbanizzazione e movimento terra – ndr) ricevette, durante una significativa cerimonia, il premio e il riconoscimento alla carriera da parte del “DNA Artigianato”, alla presenza delle autorità civili e amministrative, oltre ad altre aziende della provincia, che hanno ottenuto anche loro il riconoscimento del loro secolare lavoro artigianale.

Una fattura emessa dalla Ditta Boni il 21 settembre del 1918. Ecco quanto si legge: accomodato il barroccino al Signor Marchese dello (!!) Stufa; messo una stanga nuova ( L. 30,00); messo 12 razze e 6 quarti ( L.25,00); messo una lega alla stanga (L. 1,00); Ritirato i cerchioni ( l. 5,00); accomodato la martinicca e 6 viti a dado (L. 8.00); dato 2 mane di tinta (Totale L. 35,00).

A un anno di distanza, gli amici carissimi Francesco, il fratello Carlo e il nipote Pietro Nencetti (figlio della loro sorella Francesca), ci hanno portato a conoscenza che lo scorso febbraio 2019, durante una significativa cerimonia, la Camera di Commercio di Firenze nella persona del presidente Leonardo Bassilichi, ha premiato l’Azienda mugellana con un attestato di benemerenza “ per aver contribuito da così tanto tempo allo sviluppo economico e sociale  del nostro territorio”. Erano ovviamente soddisfatti ed altrettanto felici, poiché dopo un secolo e mezzo la loro azienda viene riconosciuta dalle istituzioni e quindi insignita diprestigiosi attestati, che gratifica  questi amici nel ricordo dei loro avi che con sacrifici, passione per il lavoro, onestà e rispetto hanno onorato la loro mugellana terra.

Una bella immagine dell’epoca. Dino Boni a destra, con un nipotino e Giuseppe Fredducci a sinistra detto Beppe della Cooperativa, appoggiati ad un 514/Fiat.

Ecco, brevemente la cronistoria della vita dell’azienda: “ – La Ditta Boni nasce nel 1860 fondata dal bisnonno Vincenzo con attività di carradore, proseguita all’inizio del secolo scorso dal nonno Francesco con la ditta denominata “Francesco Boni & figli carradori e trebbiatori”, iscritta al consorzio fra trebbiatori dal 1936. Successivamente la ragione sociale fu “Fratelli Boni fu Francesco”. Nel 1952 divenne ditta “Boni Aldo e Dino”, quindi dal 1968 Boni Aldo & C. snc condotta da Boni Carlo e Francesco e Bruscaglioni Anna Maria. Attualmente altro passaggio generazionale al nipote Pietro Nencetti figlio di Francesca Boni sorella di Francesco a Carlo con la ragione sociale Boni srl“.

Una delle tante macchine trebbiatrici della Ditta Boni di Pesciola.

Come nostra abitudine ecco alcune immagini significative della secolare attività della famiglia Boni. Dalle colonne di OK!Mugello i nostri complimenti a Francesco, Carlo e Pietro. La storia di questa antica azienda mugellana, continua.

Aldo Giovannini


Redattore . Nato a Borgo San Lorenzo nel 1940; giornalista fin dal 1954; autore di circa diecimila articoli di arte, storia, cultura, folclore, costume, sport, vita sociale, civile, religiosa, politica. Appassionato di storia del Mugello, ha dato alle stampe dodici volumi su Borgo San Lorenzo in particolare e sul Mugello in generale. Detiene in archivio 90 mila immagini, dal 1860, di tutto il territorio.

6 commenti

  1. LUCA ha detto:

    Ma che bella storia del nostro Mugello! Grazie

  2. Marcello ha detto:

    Complimenti e in gamba ancora

  3. Carlo ha detto:

    BRAVI RAGAZZI E AVANTI COSI’

  4. Maurizio ha detto:

    UNA GRANDE AZIENDA , UNA GRANDE FAMIGLIA

  5. GIANCARLO ha detto:

    Aldo grande nel ricordarci queste storie. Oggi la memoria è corta, anzi cortissima!

  6. riccardo ha detto:

    Bello,bello davvero, è il Mugello laborioso, altro che Enti Merenda! Quì si suda!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Commenta

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA