Il rapporto

Dicomano. Forza Italia: "Nel 2019 preoccupante aumento dei reati". Tutti i dati delle denunce

Secondo gli esponenti azzurri Giannelli e Gandola preoccupano i furti con strappo e quelli in abitazione

Politica
visibility260 - venerdì 11 dicembre 2020
di Redazione
Più informazioni su
Paolo Gandola
Paolo Gandola © N.c.

Nel 2019 vi è stato un aumento preoccupante del numero dei delitti commessi a Dicomano. Le denunce presentate sono passate dalle 91 (del 2018) alle 127 del 2019 con un incremento del 39.6%. Preoccupante aumento dei furti con strappo e di quelli in abitazione. In crescita anche le truffe e frodi informatiche.

A rivelarlo sono Paolo Gandola, consigliere metropolitano FI-centrodestra per il cambiamento e Giampaolo Giannelli, capogruppo centrodestra a Dicomano. “Quella presente a Dicomano – commentano Gandola e Giannelli - è una situazione sicuramente che merita di essere attenzionata e non sottovalutata, e che necessita di sforzi importanti per garantire la sicurezza nel territorio”.

“Come è oramai nostra abitudine – spiega il consigliere metropolitano – anche quest’anno abbiamo richiesto alla Prefettura di Firenze di farci conoscere i dati consolidati sull’ultima annualità sulle denunce dei delitti e dalla tabella che ci è stata recapitata emerge come nel 2019, l’ultima annualità con dati consolidati, vi siano state 127 denunce contro le 91 dell’anno precedente. Si è dunque registrato un complessivo incremento di quasi il 40%; la palese dimostrazione di come serva un più intenso lavoro di controllo del territorio”.

Ecco i dati snocciolati da Gandola e Giannelli:

Nel 2019 si è assistito ad un preoccupante aumento dei furti in abitazione (+ 72,7%), che sono quasi raddoppiati rispetto all'anno precedente; un dato questo, che seppure cristallizzato solo adesso, risultava già nella percezione dei residenti e del capogruppo di centrodestra Dicomano, che aveva già fatto presente il problema anche a mezzo di interrogazioni presentate in consiglio comunale. Aumentano anche i furti con strappo (+ 41%), e le truffe e frodi informatiche (+20%). In crescita le denunce per minacce, lesioni dolose e percosse. Nel 2019 si è anche registrata per la prima volta una denuncia per sequestri di persona, mai verificatasi dal 2015 ad oggi.

“Negli ultimi 5 anni a Dicomano non si era mai registrato un quadro così complesso, se altrove i reati diminuiscono, in città sono aumentati ritornando indietro nel tempo. Tutto ciò - precisano Gandola e Giannelli - impone l’adozione di politiche attive che possano aiutare privati ed autorità di vigilanza al contrasto di questi crimini che più di altri inducono nel cittadino un profondo senso di insicurezza”.

“Per questo – annunciano gli esponenti azzurri – auspichiamo che i dati, innegabili e trasparenti, siano alla base di una seria e proficua analisi da farsi in Consiglio comunale. Inutile voler sottovalutare il problema, occorre una chiara e non più rinviabile attività di prevenzione sul territorio, potenziando il sistema di videosorveglianza e sviluppando un vero e proprio piano sulla sicurezza urbana di concerto con le forze dell'ordine presenti sul territorio”.

Al riguardo il capogruppo “Centrodestra a Dicomano” presenterà nei prossimi giorni una richiesta di incontro al Prefetto di Firenze.

“Infine, una raccomandazione ai cittadini - concludono Gandola e Giannelli - affinché denuncino sempre i reati ai quali hanno assistito o dei quali sono stati vittime, anche i reati cosiddetti minori, ma comunque odiosi, come minacce o percosse. Solo le denunce possono condurre ad un importante lavoro sul territorio portato avanti dalle Forze dell'Ordine a cui va il nostro ringraziamento per quanto fanno con innegabile impegno.

Lascia il tuo commento
commenti