Lega. Distribuire a domicilio i sacchetti per la raccolta imballaggi porta a porta

Lega: "Potrebbero consegnarli gli stessi operatori che svolgono il servizio di ritiro, specie ora che si chiede di ridurre gli spostamenti". La proposta con una mozione

Politica
visibility787 - martedì 24 novembre 2020
di Redazione
Più informazioni su
Sacchi plastica porta a porta
Sacchi plastica porta a porta © i.i.

I Consiglieri Atria e Ticci : "Dopo aver ascoltato le numerose segnalazioni dei cittadini abbiamo presentato una Mozione dove proponiamo di rilasciare i sacchi azzurri per imballaggi e contenitori (“della plastica”) agli utenti durante la raccolta rifiuti che avviene ogni giorno.

Ad oggi i sacchi vengono consegnati presso l’Ecocentro di Rabatta, unico centro del comune. Un servizio che risulta dispendioso e scomodo per molti cittadini, soprattutto persone anziane, che vivono lontani dall’isola ecologica o presentano notevoli difficoltà a raggiungerla.

In un momento in cui ogni giorno siamo sollecitati al fine di eliminare le occasioni di contatto ed esortati a svolgere solo attività necessarie, urgenti e indifferibili, questa proposta potrebbe fornire una soluzione semplici ad una problematica reali e quotidiana del cittadino.

Considerando che gli operatori del servizio PaP si recano quotidianamente in tutti i domicili potremmo così garantire al cittadino un servizio più efficiente e sicuro, visto lo sforzo che gli viene richiesto ogni giorno.

Abbiamo strutturato l’atto in modo da lasciar ampi margini di manovra al gestore dei servizi per raggiungere l’obiettivo preposto ovvero “semplificare” andando incontro alle reali esigenze del contribuente".

Clicca qui per il testo della mozione

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Carla Margheri ha scritto il 24 novembre 2020 alle 18:37 :

    Ottima iniziativa.... però bisognerebbe anche ritirare i rifiuti...a Scarperia nel viale Giacomo Matteotti...viale di circonvallazione...Alia non passa mai prima delle 15...oggi addirittura alle 16,30 all'uscita delle scuole i marciapiedi erano ancora pieni di sacchi azzurri.. Carla Rispondi a Carla Margheri

  • Ia ha scritto il 24 novembre 2020 alle 12:38 :

    Con questo sistema di porta a porta creano un sacco di problemi: hanno pensato che tutti avessero case con balconi e giardini e ci hanno pienato di bidoni, bidoni che hanno un "formato minimo" ( vedi quello della carta)non tarato sul numero di utenti e che in certi contesti abitativi tipo le case nei centri storici creano non pochi problemi, sia per la loro collocazione all'interno dell'abitazione che per la loro pulizia ed il loro trasporto al piano strada e viceversa. Tra tutti i sistemi di "porta a porta" che ho sperimentato o che ho avuto modo di vedere, quello adottato per le nostre zone è sicuramente il peggiore. Portare a casa i sacchi mi sembra il minimo, sarebbe anche un sistema per verificare le utenze attive. Rispondi a Ia

  • Laura ha scritto il 24 novembre 2020 alle 08:07 :

    Ottima iniziativa! Complimenti! Ci sono anche cittadini che per vari motivi non guidano e per i quali sarebbe una notevole facilitazione. Rispondi a Laura