Reggello, Pelago e Rufina approvano il Decreto Crescita. Confesercenti: "Un plauso a questi Comuni"

Politica
visibility736 - mercoledì 05 febbraio 2020
di Martina Stratini
Più informazioni su
Economia
Economia © Pixabay

Rachele Turrini Presidente Confesercenti Valdarno e Nilla Tari Presidente Confesercenti Valdisieve hanno espresso tramite comunicato stampa, il loro apprezzamento ai Comuni di Reggello, Pelago e Rufina per aver seguito il suggerimento di Confesercenti Firenze nell'adozione del provvedimento Decreto Crescita riservato ai Comuni italiani con popolazione fino a 20.000 abitanti.

"Questi comuni hanno scelto - spiegano Turrini e Tari - di azzerare le imposte e tasse comunali sia per l'anno in cui viene richiesta l'agevolazione che per tre anni successivi, opportunità che riguarda tutte quelle attività del commercio, turismo, servizi ed artigianato già esistenti che decidono di ampliarsi. Il provvedimento coinvolge, inoltre, tutte quelle persone che decidono di intraprendere una nuova attività, riaprendo fondi sfitti da almeno sei mesi. Le risorse disponibili non gravano sui Comuni; ma provengono da un Fondo istituito presso il Ministero dell'Interno ed ammontano a 5 milioni di euro per il 2020, 10 milioni di euro per il 2021, 13 milioni di euro per il 2022 e ben 20 milioni di euro per il 2023.”

"Ricordiamo che ogni anno - proseguono - è possibile fare la richiesta per ottenere l’agevolazione dal 01/01 al 28/02; scaricando il modulo di domanda dal sito del Comune che ha deciso di adottare il provvedimento. Per quanto di piccola entità, riteniamo comunque la misura un segnale importante per le attività che rappresentiamo come Confesercenti. Apprezziamo la disponibilità di tutti quei Comuni che hanno deciso o auspichiamo decideranno di adottarla"

Lascia il tuo commento
commenti