Dirigente a tempo determinato in Comune. L'interrogazione: 'Non legittimo'

Interrogazione della lista Borgo in Comune

Politica
visibility426 - venerdì 08 novembre 2019
di Redazione OK!Mugello
Più informazioni su
Borgo.
Borgo. © N.c.

Spiega una nota della lista Borgo in Comune: Recentemente l‘amministrazione comunale di Borgo san Lorenzo ha conferito l’incarico di dirigente del servizio tecnico, lavori pubblici e urbanistica con contratto a tempo determinato ad un professionista esterno.

Il gruppo consiliare di Borgo in Comune ha forti perplessità riguardo alla correttezza di questa procedura in quanto apparentemente in contrasto con quanto previsto dalla legge in materia, come è stato ribadito da una sentenza della Corte dei Conti del marzo 2019. Gli incarichi dirigenziali a contratto sono ovviamente ammessi ma non per lo svolgimento delle normali funzioni operative. “ Con l’articolo 110 comma 2 del Dlgs 267/2000 ( citato nell’atto dell’amministrazione) non è legittimo assegnare incarichi come quello di responsabile degli uffici finanziari, oppure di comandante del corpo di polizia municipale o, ancora, di vertice di uffici tecnici competenti in tema di urbanistica, lavori pubblici o ambiente”.
D’altra parte la stessa Corte di Cassazione aveva chiarito che gli incarichi previsti dal comma 2 riguardano “ esigenze gestionali straordinarie, che giustificano la necessità di affidare temporaneamente funzioni, anche dirigenziali, oltre la previsione della pianta organica”. Nel caso del comune di Borgo san Lorenzo l’incarico assegnato è invece quello di dirigente tecnico previsto dalla pianta organica dell’ente.
Per questo il gruppo consiliare chiede al sindaco e alla giunta se non sia opportuno rivedere tale decisione per evitare un possibile danno all’amministrazione oltre che pesanti conseguenze sulla spesa pubblica.

Lascia il tuo commento
commenti