Discarica e non solo. Bene Comune replica a Guidarelli

E precisa: falso dire che il riferimento è Italia Viva

Politica
visibility211 - martedì 27 luglio 2021
di Redazione
Più informazioni su
Firenzuola
Firenzuola © Sito internet Comune Firenzuola

Dalla lista Firenzuola Bene Comune riceviamo:

Crediamo sia doveroso da parte nostra rispondere all’articolo, a firma del vicesindaco Guidarelli, dove si afferma che come lista Bene Comune non abbiamo ben chiaro “il valore degli atti”, in riferimento alla vicenda Discarica/Regione. Prima di fare certe arroganti affermazioni, forse si dovrebbe avere l’umiltà etica/politica di studiare il diritto regionale, come si addice a tutti coloro che si apprestano, anche per la prima volta, a ricoprire il ruolo di “Amministratori” o come maggioranza o come opposizione.

Una mozione approvata da una commissione consiliare, sia essa bipartisan o no, non determina alcun vincolo giuridico per la Giunta Regionale; nella sostanza è un invito/richiesta alla Giunta di fare “qualcosa”, ma è poi la Giunta che decide in piena autonomia se accogliere o no la richiesta. 

Quando il vicesindaco Guidarelli afferma che "la commissione ambiente sta redigendo il nuovo piano dei rifiuti" afferma il falso.

Il Piano Regionale dei Rifiuti viene predisposto dall'assessore all'ambiente, cioè Monia Monni, che lo porta in approvazione in sede della Giunta Regionale. Ecco pertanto l'importanza della risposta della Monni all'interrogazione, dalla quale scaturiscono importanti affermazioni tecnico/politiche circa il non interesse della Giunta ad aprire il 6° lotto, firmate proprio da Lei che predispone con i suoi tecnici il nuovo Piano Regionale dei Rifiuti. 

Solo dopo che la Giunta Regionale lo ha approvato viene inviato in Consiglio Regionale dove viene discusso e poi eventualmente approvato in modo definitivo dallo stesso Consiglio.

Non meriterebbero commento le illazioni di chi, con la boriosità e l’ignoranza politica, afferma che il nostro partito di riferimento è “Renzi” e/o “Italia Viva”. Proprio al vicesindaco abbiamo dimostrato, nei fatti, qual è il nostro modo di comportarci nei confronti delle istituzioni, nella collaborazione politica/amministrativa a favore di tutti i cittadini di Firenzuola. La nostra fermezza e la nostra indipendenza, ci hanno portati a criticare pubblicamente chi a nostro avviso ha danneggiato in qualche modo la nostra comunità, ma mai con l’accusa, la rissa e lo scontro. Abbiamo preso anche la decisione, e poi l’iniziativa, di utilizzare il nostro ruolo politico per ottenere concretamente, senza attribuire colpe ad altri, i risultati che in maniera rapida avrebbero dato al nostro comune qualche certezza in cambio di fiducia per le istituzioni locali che si stavano muovendo per risolvere il problema “discarica”.

Non è una debolezza farsi aiutare da chi ha dimostrato disponibilità a farlo, e non certo per vantaggio politico (il riferimento è a Triberti e Sguanci). Ben vengano l’appoggio ed il sostegno di tutti; solo la presunzione di chi si vede superato dagli eventi, di chi reclama meriti esclusivi, invece di condividerli, non avrà mai il nostro consenso; il discredito politico e personale non fa parte del nostro modo di essere persone, prima sociali e poi istituzionali.

Lascia il tuo commento
commenti