Panoramica Ronta Gattaia. Atria e Ticci: "Il Comune vuole 'mollarla' e declassarla a vicinale"

Spiegano i due esponenti Lega: "Così gli ingenti costi di manutenzione ricadranno sui pochi frontisti"

Politica
visibility312 - mercoledì 14 luglio 2021
di Redazione
Più informazioni su
La Panoramica
La Panoramica © N.c.

Panoramica Ronta-Gattaia, Atria e Ticci (Lega): "Non scherziamo!". E denunciano: 

Lo spinoso argomento Panoramica, grazie ad una Mozione dei consiglieri Lega, entra in Consiglio Comunale e nel dibattito pubblico. Il Comune di Borgo San Lorenzo, in risposta ad un’Interrogazione presentata in Regione da Fratelli d’Italia ha manifestato ufficialmente l'intenzione di declassare la strada, attualmente a carico del Comune stesso, rendendola vicinale di uso pubblico.

Atria e Ticci si dichiarano nettamente contrari a quanto ipotizzato e chiedono invece che la strada venga ufficialmente e definitivamente classificata quale strada comunale, insistendo nel voler mantenere la proprietà pubblica dell'infrastruttura.

<<Troviamo francamente incredibile - afferma Francesco Atria - che a 50 anni dalla realizzazione di questa importante opera pubblica che collegava le frazioni di Ronta e Gattaia permettendo la fruizione economica e turistico-ricreativa di una notevole fetta del versante pedemontano mugellano, il Comune di Borgo, stante una cronica incapacità di assolvere ai propri doveri manutentivi dell'opera (che gli derivano da una presa in carico della stessa dalla Comunità Montana nel lontano 1997) non abbia pensato a nulla di meglio che ammollarla ingiustamente ai pochi proprietari frontisti>>.

Non si lasciano andare in malora per decenni opere collettive, pagate con fondi pubblici per poi pensare di rimediare scaricando il problema sui pochi proprietari dei fondi sui quali la strada insiste. Non è semplicemente possibile: noi non intendiamo avallare questo modo di fare. Inoltre come sempre di tali indirizzi apprendiamo sempre e soltanto dalla stampa, a cose fatte.

<<Le intenzioni del Comune dovranno essere necessariamente discusse in Consiglio - interviene Claudio Ticci - Abbiamo perciò protocollato una Mozione con la quale ogni Consigliere dovrà assumersi le proprie responsabilità di fronte a quanto ipotizzato: dopotutto si tratta di scelte gravi ed importanti che avranno conseguenze dirette e consistenti per quei cittadini che hanno la disavventura di possedere proprietà in quell’area. Non si scaricano così, su poche persone, ingenti responsabilità che invece attengono all’intera collettività. Riteniamo quindi giusto che vi sia una condivisione di responsabilità tra tutti gli amministratori locali, anche per dare voce ai rappresentanti di quei cittadini che a tale tipo di decisione non sono d’accordo>>.

Vorremmo a tal proposito che la Panoramica, dove nel passato tanto denaro pubblico si è speso - come nel caso di Via del Cantone a Panicaglia, dove il comune aveva già speso ingenti denari per asfalto e illuminazione - fosse riconosciuta come strada comunale.

Francesco Atria
Claudio Ticci 

Lascia il tuo commento
commenti