Borgo. 'La bandiera Lgbt non può stare sul Municipio'. Nota di Margheri, Atria e Ticci

Citano il cerimoniale di Stato. E affermano: "Le uniche bandiere che dovrebbero essere esposte sono rispettivamente italiana, europea e quelle istituzionali"

Politica
visibility1091 - venerdì 02 luglio 2021
di Redazione
Più informazioni su
Bandiera Lgbt
Bandiera Lgbt © N.c.

L'affondo congiunto di Margheri, Atria e Ticci: È dal 17 maggio che la bandiera arcobaleno è situata sul balcone di facciata del Comune di Borgo San Lorenzo in posizione solitaria e privilegiata. Ci aspettavamo, vista la  chiarezza della nota dell’ufficio del cerimoniale del ministero della Repubblica <<Negli edifici pubblici possono essere esposte soltanto le bandiere pubbliche istituzionali. Ciò per rispettare il carattere di "neutralità" delle sedi istituzionali, che costituisce sacro principio democratico>>, che tale bandiera fosse poi prontamente rimossa.

Ma invece,  è più di un mese che si trova lì quasia sfidare le normative nazionali. Ricordiamo inoltre che tale bandiera arcobaleno non è la famosa “bandiera della pace” , ma bensì la bandiera delle LGBT e rappresenta idee o ideologie non comuni e non condivise da tutti, dei quali, facciamo parte anche noi che crediamo ad una famiglia composta da uomo e donna, al fatto che un bambino debba avere una madre e un padre e che la cultura gender non debba essere, coercitivamente, imposta e insegnata nelle scuole. Visto che le nostre idee non potrebbero essere rappresentate da una bandiera e che giustamente non potrebbe essere esposta per gli stessi motivi sopra citati, non troviamo alcun senso nella esibizione della bandiera LGBT al di là della giornata del 17maggio.

Indipendentemente dalle idee  ed opinioni di ognuno, il rispetto per le regole dovrebbe essere alla base di tutto e di tutti. Le uniche bandiere che dovrebbero essere esposte sono rispettivamente italiana, europea e quelle istituzionali. Riteniamo dunque opportuno per il rispetto delle norme e di tutti rimuovere la bandiera LGBT in un tempo limite, visto che già da tempo, si trova lì non avendone motivo oltre la mera propaganda partitica.

Il comune è di tutti e per tutti non contemplando che qualcuno sia più uguale di altri o al di sopra a norme e regole.“

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • gianfranco ha scritto il 10 luglio 2021 alle 21:16 :

    Chi si dovrebbero pronunciare? Le procure di dx o di sx? Rispondi a gianfranco

  • Sergio ha scritto il 03 luglio 2021 alle 12:56 :

    Scusi Sindaco la bandiera per gli omosessuali la esposta e quella degli eterosessuali quando la espone? Rispondi a Sergio

  • giulietta ha scritto il 03 luglio 2021 alle 12:00 :

    quando l'ostentazione delle ideologie calpesta le istituzioni c'è davvero da riflettere, ormai con la scusa di combattere una fantomatica omofobia siamo arrivati alla omomania, Rispondi a giulietta

  • Leonardo Banchi ha scritto il 03 luglio 2021 alle 10:58 :

    Poverini, che fastidio vi darà mai una bandiera? Vi professare cristiani e poi odiate chi si ama e chi è diverso da voi. Lo disse persino Gesù, "amatevi gli uni gli altri" senza specificarne le modalità. Ama il prossimo tuo, come te stesso. Per fortuna sono ateo, mi posso permettere di non pensarla come voi. E di non odiare il prossimo mio. Si al DDLZAN. Rispondi a Leonardo Banchi

  • Paolo ha scritto il 02 luglio 2021 alle 12:09 :

    ma invece che fare tante paginate di giornale solo a scopo propagandistico, se credete di essere dalla parte della ragione e che sia in corso un reato, esistono le Procure della Repubblica dove possono essere depositati esposti e denunce Rispondi a Paolo

    Carlo ha scritto il 03 luglio 2021 alle 07:07 :

    Ottimo suggerimento, grazie. Sarà fatto. Rispondi a Carlo

    giulietta ha scritto il 07 luglio 2021 alle 12:01 :

    a cosa hai risposto? sarei curiosa di sapere con chi sei d'accordo Rispondi a giulietta