Saranno abbattuti i tigli di V. IV Novembre. Romagnoli: 'Pericolosi? Non ci si poteva pensare prima?

Saranno sostituiti da altre piante. Ma ormai il lavoro per la ciclabile è in fase avanzata

Politica
visibility1134 - lunedì 18 gennaio 2021
di Redazione
Più informazioni su
Il piano di abbattimento
Il piano di abbattimento © N.c.

Scrive Leonardo Romagnoli, di Borgo in Comune: I lavori per la pista ciclabile lungo viale IV Novembre stanno incontrando qualche difficoltà e per completare l'opera è stato necessario reperire ulteriori risorse derivanti anche dalla vendita della ex scuola di via Don Minzoni. 

In più occasioni è stato fatto notare un approccio alquanto approssimativo evidenziato in particolare dal modo di procedere nel tratto compreso tra via Faentina e via 1° Maggio, dove le opere che si stavano realizzando rischiavano di soffocare gli alberi presenti sulla sede stradale che si volevano invece preservare. A questo si è aggiunta la discutibile variante per la realizzazione di un parcheggio al posto dell'area verde nei pressi della pensilina del bus per 30 posti auto, di cui ci siamo già occupati, per la quale sarà possibile presentare osservazioni nelle prossime settimane(alcuni dei tigli erano di ostacolo per ingresso/uscite dal futuro parcheggio?).

Ora i nodi vengono al pettine e con due determine del dirigente tecnico sono stati affidati ad una ditta di Dicomano i lavori di abbattimento di tutti i tigli presenti in quel tratto di ciclabile ritenuti, ora, pericolosi. Perché una simile valutazione non è stata fatta al momento del progetto e del bando per i lavori come era avvenuto per gli altri alberi del viale?

Oltre alla determina di abbattimento ne è stata approvata un'altra che assegna alla stessa ditta la sostituzione dei tigli abbattuti con alberi di Pirus Calleryana Chanticleer che saranno piantati sui marciapiedi dove dovranno essere scavate altre buche di 200x80 , anche queste senza impianto di irrigazione (come per tutti gli altri alberi già piantati).

Un ultima nota riguarda le due determine in cui si fa sempre riferimento alla procedura di assegnazione diretta in quanto lavori sotto i 40 mila euro. Se si sommano i due importi la soglia viene superata anche se va detto per correttezza che l'ufficio tecnico ha chiesto per le due operazioni altri 5 preventivi ad aziende del territorio o di aree confinanti.

Lascia il tuo commento
commenti