#versoleelezioni . Il lunedì di OK!Mugello con le news elettorali

Nicola Di Renzone

Terzo appuntamento

#versoleelezioni . Il lunedì di OK!Mugello con le news elettorali

#versoleelezioni . Il lunedì di OK!Mugello con le news elettorali
29/04/2019

Qui Barberino di Mugello:

Enrico Carpini, candidato sindaco di Ora! Barberino denuncia quella che a suo dire è una ‘occupazione illegittima’ delle associazioni del paese da parte del Pd. E denuncia casi in cui due società sportive hanno diffuso materiale propagandistico in appoggio al sindaco uscente, chiedendo che lo sport rimanga imparziale. E chiedendo anche, se ciò non fosse possibile, le dimissioni da presidente della società sportiva del candidato Pasquale Toscano.

Borgo San Lorenzo:

Con una nota di Borgo in Comune il candidato Romagnoli replica ad Omoboni che aveva definito in un’intervista (secondo quanto riportato dalla nota) la lista come ‘rancore in comune’. E richiama vicende importanti come quella del Multi+ o quella del Cantiere Comunale, accusando Omoboni di non essersi assunto responsabilità nella questione.

Sempre a Borgo Davide Galeotti annuncia la propria candidatura per Forza Italia e ricorda di aver accettato ormai da due anni, da Fulvio Boni, la proposta di guidare il partito. Un gruppo che afferma di aver visto crescere in termini ‘qualitativi e quantitativi’. Dando vita a quella che definisce ‘l’unica e vera opposizione al Pd’

A Borgo i Cinque Stelle entrano nel ‘botta e risposta tra Nencini ed Omoboni, rilevando con disappunto che Nencini, nel rispondere al sindaco uscente ha parlato di disinformazione in ‘stile grillino’. I Cinque Stelle rivendicano invece di aver sempre lavorato con competenza all’interno delle istituzioni. Competenza, dicono, riconosciuta da tutte le forze politiche.

Cinque Stelle: 

Domenica mattina è arrivato in Mugello Fabio Massimo Castaldo (Cinque Stelle, vicepresidente del Parlamento Europeo) è stato impegnato in un tour elettorale in Mugello. Castaldo ha iniziato il suo giro andando a incontrare i referenti del comitato di Massorondinaio riguardo al problema del bitumificio di San Piero a Sieve prendendosi carico di effettuare le verifiche necessarie riguardo ai vari iter amministrativi per essere sicuri che tutto sia stato svolto secondo le norme vigenti.
Successivamente ha incontrato i componenti del comitato del “Suono del Mugello” relativamente al problema della deroga concessa per il rumore. Castaldo si è impegnato affinché siano trovate delle soluzioni di mitigazione del rumore emesso dall’impianto.

Qui Palazzuolo sul Senio:

I Socialisti invitano a sostenere la lista ‘Palazzuolo Viva’ di Rodolfo Ridolfi e annunciano la composizione della loro lista: 1) Baldassarri Giulio Cesare, 2) Baracani Stefania, 3) Bonsi Fanny, 4) Brini Antonella, 5) Cortesi Paola, 6) Matteotti Gianni, 7) Monti Mirco, 8) Montanari Michele, 9) Talenti Cristiano, 10) Tarabusi Andrea

Qui Pontassieve:

Liberi e Uguali di Valdisieve e Vald’Arno annuncia il proprio sostegno a Monica Marini. E la lista civica Monica Marini sindaca è così composta: Mattia Canestri (Firenze, 08/10/1981), Giulia Borgheresi (Bagno A Ripoli, 12/10/1994), Belardinelli Paolo (Firenze, 11/03/1970), Elisabetta Brilli (Pontassieve, 03/03/1963), Gabriele Bravi (Firenze, 21/10/1970), Silvia Campigli (Firenze, 13/01/1975), Fabio Chiaramonti (Firenze, 17/08/1989), Simona Capanni (Firenze, 07/03/1968), Lorenzo Fortuna (Firenze, 22/08/1968), Claudia Maurri (Firenze, 16/10/1989), Piero Galanti (Pontassieve, 22/05/1959), Zerina Petanaj (Vlore – Albania, 08/09/1994), Enrico Monti (Pontassieve, 12/11/1953), Sara Tuccio (Bagno A Ripoli, 07/06/1993), Aldo Sulejmani (Firenze, 19/09/1995), Massimiliano Tagliati (Firenze, 19/06/1972)

Articoli Correlati

Nicola Di Renzone


Direttore responsabile della testata giornalistica OK!Mugello.

Tag:

Un commento

  1. Leonardo ha detto:

    Qui Borgo San Lorenzo.
    Francamente dei “botta e risposta” via social o via stampa se ne farebbe anche a meno.
    Io mi auguro che i candidati a Sindaco si presentino tutti insieme in un bel dibattito pubblico. Senza lanci di accuse a distanza, tweet o messaggi su facebook.
    Purtroppo da tempo i politici si “nascondono” dietro gli slogan.
    A livello nazionale lo scorso anno abbiamo assistito ad una campagna elettorale SENZA confronto tra candidati e questo, a mio avviso, è grave perché non avere chi controbatte alle boutade diventa propaganda della peggior specie.
    Rilasciare dichiarazioni solo a chi non ti controbatte è nemico della democrazia. In democrazia ci si confronta anche col dibattito pubblico. E chi vota si può rendere conto del valore delle persone ascoltando chi partecipa ai dibattiti.
    La gente dice di essersi stancata di certa politica, ma poi vota solo in base a chi lancia lo slogan più ammaliante o a chi gli promette mari e monti.
    Tanto, se non c’è contraddittorio, chiunque può regalarci la luna in cambiò di un voto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Commenta

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA