Assemblea nazionale dei donatori di sangue a San Giovanni Rotondo. Anche dal Mugello

Aldo Giovannini

Assemblea nazionale dei donatori di sangue a San Giovanni Rotondo. Anche dal Mugello

Assemblea nazionale dei donatori di sangue a San Giovanni Rotondo. Anche dal Mugello
03/06/2019

Nella foto qui sopra: Il Presidente del gruppo Donatori di Sangue Fratres Piero Margheri (a sinistra) e il dirigente Giovanni Fanizza, ai lati del busto in bronzo raffigurante il dott. Guglielmo Sanguinetti all’interno di Casa Sollievo della Sofferenza, splendida opera dello scultore di San Piero a Sieve Prof. Antonio Berti – La scorsa settimana in occasione dell’inaugurazione a Villore in comune di Vicchio di Mugello di un monumento in memoria dei donatori di Sangue “Fratres” (a lato del Santuario della Madonna di Meleto), opera degli scultori Fabrizio Maiorelli e Bruno Serpillo, il presidente del Gruppo Donatori di Sangue “Fratres” di Borgo San Lorenzo, l’amico Piero Margheri, ci ha portato a conoscenza che il gruppo di Borgo era presente a San Giovanni Rotondo il 17, 18 e 19 maggio 2019 in occasione dell’Assemblea Nazionale dei Gruppi Donatori di Sangue “Fratres”.

Margheri ci ricorda che molti sono stati i punti che hanno caratterizzato la vita e l’attività dei “Fratres” in tutto il territorio nazionale, una storia lunga piena di amor cristiano, di solidarietà, di profondo legame con tutti gli enti ospedalieri affinché i migliaia di volontari siano sempre stati presenti a stendere il loro braccio per il bene e la salute altrui. Era presente -continua Margheri – il presidente Nazionale Sergio Balestracci, unitamente agli altri dirigenti regionali e provinciali con la presenza di ben 97 presidenti e addirittura di quasi 300 delegati da tutto il territorio nazionale.

Molti sono stati gli argomenti messi sul tavolo, tutti centrati per il miglioramento dei servizi, insomma – chiosa Margheri – un clima di grande passione, di grande volontà per continuare questa strada di bene e di amore verso il prossimo sofferente. Come sopra scritto erano a San Giovanni Rotondo, la patria di Padre Pio da Pietrelcina, sia il presidente Piero Magheri e il dirigente Giovanni Fanizza, i due delegati del Gruppo Fratres di Borgo San Lorenzo, i quali hanno voluto rendere omaggio al leggendario dott. Guglielmo Sanguinetti, ponendo un fiore sotto la sua figura in bronzo (opera dello scultore di San Piero a Sieve Prof. Antonio Berti), che fu uno dei maggiori collaboratori del Santo di Pietrelcina per la costrizione di Casa Sollievo della Sofferenza, uno dei più grandi ospedali d’Europa.

Sanguinetti com’è noto è stato dal 1921 al 1947 medico condotto comunale di Borgo San Lorenzo, poi una volta conosciuto Padre Pio lasciò Borgo San Lorenzo, appunto nel 1947, per andare in terra di Puglia per lavorare intensamente nell’erezione di Casa Sollievo della Sofferenza, il monumentale progetto ospedaliero voluto da Padre Pio.

L’Assemblea nazionale dei Donatori di Sangue “Fratres” d’Italia a San Giovanni Rotondo.

Mori nel 1954, ma la sua figura è rimasta nel cuore e nella mente di migliaia di persone e il Comune di San Giovanni Rotondo gli dedicò una strada a perenne ricordo. La sua figura e le figure dei tanti collaboratori che si sono susseguiti in quegli straordinari anni della costruzione di Casa Sollievo della Sofferenza, come abbiamo avuto modo di scrivere sovente volte, sono state riportate alla luce e nella loro giusta collocazione da un gruppo di studiosi facenti parte dell’Ordine degli Architetti di Foggia.

Non ti nascondo – ci diceva Piero Margheri – che mi sono emozionato accanto alla figura statuaria del dott. Sanguinetti che fondò agli inizi del 1944 dopo il bombardamento aereo del 30 dicembre 1943 su Borgo San Lorenzo che causò la morte di 109 persone, il primo gruppo dei donatori di sangue.

Anzi eravamo orgogliosi quando abbiamo consegnato alcuni tuoi articoli relativi al dott. Sanguinetti, al dott. Mauro Lazzaro (oltre alla maglietta dei Fratres borghigiani), responsabile del Centro Trasfusionale di Casa Sollievo della Sofferenza. Una tre giorni indimenticabile – termina Margheri – dandoci appuntamento per la prossima Assemblea Nazionale ad Assisi.

Aldo Giovannini


Redattore . Nato a Borgo San Lorenzo nel 1940; giornalista fin dal 1954; autore di circa diecimila articoli di arte, storia, cultura, folclore, costume, sport, vita sociale, civile, religiosa, politica. Appassionato di storia del Mugello, ha dato alle stampe dodici volumi su Borgo San Lorenzo in particolare e sul Mugello in generale. Detiene in archivio 90 mila immagini, dal 1860, di tutto il territorio.

Un commento

  1. Marco Squarcini ha detto:

    Il dottor Sanguinetti fu il mio primo medico. Quando ci fu il bombardamento ero nato da poco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Commenta

ARTICOLI DELLA STESSA CATEGORIA