Mercato immobiliare: segnali di rallentamento, ma aumentano le quotazioni in Toscana

In Vetrina
visibility166 - lunedì 02 maggio 2022
di Redazione
Immobiliare online
Immobiliare online © comune di Firenze

I primi mesi del 2022 sono stati contraddistinti da un calo dei prezzi degli immobili, calo che può essere considerato la diretta conseguenza dei recenti cambiamenti prodotti dalle forti tensioni sociali ed economiche a livello mondiale. Questo dato, inoltre, va in netto contrasto al 2021 che invece ha fatto registrare un’impennata.

Agli aumenti del 2021 fa dunque da contraltare un diffuso rallentamento che potrebbe durare anche nei mesi a seguire, complici le difficoltà di assorbimento dell’offerta. L’ipotesi di questo trend va però di pari passo ad un potenziale aumento degli investimenti negli immobili, da sempre considerati il bene rifugio per eccellenza.

C’è però una “voce” fuori dal coro in questa situazione ed è rappresentata dalla Toscana che nel marzo appena trascorso ha evidenziato un +2,5% rispetto a marzo 2021. Questa regione figura tra quelle più costose d’Italia, subito dopo Valle D’Aosta, Trentino Alto Adige e Liguria, le quali si assestano tutte su un costo medio al mq di 2.450 euro.

Il prezzo degli immobili in Toscana è di circa 2.300 euro al mq, laddove Firenze si distanzia però abbondantemente da questa cifra, raggiungendo quasi i 3.900 euro al mq.Il capoluogo toscano è emblematico di quanto diversi fattori possano incidere su una corretta valutazione di un immobile. Non è un caso che il Nord si caratterizzi per quotazioni immobiliari più elevate rispetto al Sud e al Centro. A tal proposito non possiamo non citare Dove.it, l’agenzia immobiliare che si occupa di compravendita immobili e che offre, tra i vari servizi, anche la valutazione dell’immobile online. Il presupposto imprescindibile è che le quotazioni immobiliari in Italia variano molto da regione a regione. Dove.it garantisce a tal proposito la migliore valutazione della propria casa, grazie ad un software che permette di incrociare dati come tipologia di abitazione e relativa estensione, zona e piano in cui è ubicata, servizi di cui è dotata.

Ma qual è la situazione nelle altre province toscane? A Prato si registra un +1,6% rispetto a febbraio, per una media di 1.960 euro al mq.A Pistoia la quotazione immobiliare è mediamente di 1.286 euro al mq (+1,2%).A Livorno i prezzi al mq sono di circa 2.180 euro, a Grosseto di 2.300 euro, a Massa Carrara di circa 2.050 euro, a Siena di 1.880 euro, a Pisa di 1.760 euro, ad Arezzo di 1.350 euro.La provincia più costosa, dopo Firenze, è Lucca con oltre 3mila euro al mq e un record del +19% delle quotazioni rispetto all'anno scorso.