Qual è il peso di una valutazione immobiliare adeguata nel processo di vendita

In Vetrina
visibility187 - martedì 21 settembre 2021
di Redazione
Valutazione immobiliare
Valutazione immobiliare © wallpaperflare.com

La pandemia ha ingenerato un clima di estrema incertezza che ha destabilizzato il mercato immobiliare facendo diminuire la propensione all’acquisto di case e di conseguenza il numero delle compravendite concluse nell’ultimo anno e mezzo. Uno stallo che con tutta probabilità verrà superato almeno in parte, grazie alla campagna vaccinale e al tanto auspicato ritorno alla normalità.

Per questo motivo chi ha intenzione di vendere il proprio immobile dovrà farsi trovare pronto e dovrà in primo luogo capire in che modo orientarsi nella determinazione del prezzo di vendita. Scegliere la cifra giusta comporta tutta una serie di valutazioni più o meno tecniche, alle quali bisognerà aggiungere i fattori esterni legati alle nuove condizioni del mercato post emergenza sanitaria. Il primo passo che si può fare è rivolgersi a un’agenzia specializzata per riuscire sia a vendere casa senza commissioni, risparmiando grazie a un sistema di tariffe trasparenti che evitano il pagamento di provvigioni con percentuali particolarmente elevate, od ovviamente per avere un aiuto prezioso per effettuare una valutazione dell’immobile aderente alle sue caratteristiche e all’andamento del mercato.

Le variabili che contribuiscono a determinare il valore dell’immobile 

Valutare un immobile in maniera adeguata non è cosa semplice e implica la conoscenza di tutta una serie di variabili e di coefficienti che vanno applicati con cura se non si vuole fare l’errore sbagliare in eccesso o in difetto. In entrambi i casi gli effetti non potranno che danneggiare il buon esito della vendita e gli interessi di chi vende. In primo luogo è necessario tenere presente le peculiarità dell’immobile, a partire dall’anzianità e dalle sue condizioni generali, dalle dimensioni, dal numero di stanze e servizi, passando per l’eventuale presenza di spazi esterni o giardino, sino alla tipologia della casa, ossia se si tratta di una soluzione abitativa indipendente o se risulta inserita all’interno di un condominio. La zona in cui si trova l’immobile, la presenza di servizi, la copertura dei mezzi di trasporto e la possibilità di trovare parcheggio senza troppi problemi, sono aspetti in grado di attirare l’attenzione di un potenziale acquirente e non potranno che contribuire sull’apprezzamento dello stesso. 

In virtù di questi aspetti, avventurarsi in una valutazione fai da te potrebbe rivelarsi una scelta sbagliata e incidere pesantemente sul possibile guadagno o sui tempi di vendita. L’apporto di un agente immobiliare è quindi consigliato e auspicabile perché sgrava il venditore dell’analisi di tutta una serie di fattori spesso di difficile lettura e reperimento. 

Effetti negativi legati a una valutazione sbagliata

Il primo effetto prodotto dalla scelta di un prezzo di vendita sbagliato è quello dell’allungamento dei tempi. Mettere il proprio immobile sul mercato e non riscuotere l’interesse degli acquirenti può essere frustrante ed è la prima avvisaglia che dovrebbe far capire che forse si è sbagliato qualcosa. Un prezzo eccessivo non potrà che determinare l’irrilevanza della propria proposta all’interno di un mercato estremamente concorrenziale, in cui anche poche centinaia di euro possono fare la differenza. 

I tempi quindi si dilatano, spesso non di poco, e se si ha l’urgenza di liquidità questo può diventare un problema. Certo, il primo prezzo potrà essere adeguato col passare del tempo, ma questo aspetto, soprattutto per gli acquirenti più attenti che monitorano l’andamento dei costi degli immobili in una determinata zona, potrebbe essere interpretato in maniera negativa e come mossa disperata per disfarsi di un immobile che nessuno vuole e che nasconde magari qualche problema o difetto.

Se invece il prezzo risulta troppo basso, come è facile intuire, si otterrà un mancato guadagno che con qualche accortezza in più si poteva facilmente evitare. In questo caso ci sarà la coda per visitare la casa e i tempi di vendita saranno brevissimi, ma la perdita di somme anche ingenti di denaro non potrà che lasciare l’amaro in bocca.