Emerge da una indagine sulla lettura in Toscana

Lettura e prestito. Le biblioteche del Mugello volano. Dati positivi

Cultura
visibility148 - sabato 21 novembre 2020
di Nicola Di Renzone
Più informazioni su
Lettura
Lettura © N.c.

Si legge, e molto, tra gli utenti della rete delle biblioteche di Mugello e Valdisieve. E lo SDIMM - il sistema documentario del territorio - si distingue rispetto ad altre reti bibliotecarie toscane. E' quanto emerge dall'analisi dei dati sulla rete locale delle biblioteche nell'indagine sulla lettura in Toscana che è stata svolta in modalità telefonica nel mese di maggio su un campione di 3.410 interviste a cittadini toscani con età superiore a 19 anni, di cui 250 del territorio mugellano e della Valdisieve.

In particolare, lo SDIMM si piazza in alto, al secondo posto subito dietro la rete di Firenze, per incidenza di lettori sulla popolazione, con un ragguardevole 67,6%. E il prestito bibliotecario, dopo l'acquisto, è il modo più consueto per procurarsi un libro: il 9,9% dei lettori si avvale di questo servizio fornito da tutte le biblioteche della rete. Un dato che spicca rispetto alle altre reti documentarie - secondo posto subito dopo la rete di Empoli -. Ma che non stupisce, visto che dalla rilevazione annuale sulle reti bibliotecarie della regione lo SDIMM risulta primo in Toscana per indice di prestito.

I lettori dello SDIMM amano leggere, ma non solo libri. Infatti, “leggere apre la mente” secondo la maggior parte di loro, che per tenersi informati leggono prevalentemente quotidiani, cartacei e on line, e consultano spesso internet e social network.

Per favorire la lettura anche in questo momento di chiusura forzata e riduzione delle attività, le biblioteche comunali hanno riorganizzato i servizi di prestito con prenotazione on line e ritiro “take away”, e lo SDIMM sta acquistando nuovi titoli, risorse e materiali da fruire sulla piattaforma MLOL (Medialibrary on Line). Per iscriversi a questa piattaforma di prestito digitale e usufruire gratuitamente dei numerosi contenuti - non solo libri ma anche quotidiani, film, musica, ed altro ancora - basta contattare la propria biblioteca che fornirà le credenziali di accesso.

“Anche se in questo momento i servizi sono necessariamente limitati, le biblioteche comunali restano comunque attive con il prestito, ad esempio con libri da asporto e a domicilio - sottolinea l'assessore alla Cultura dell'Unione dei Comuni del Mugello Stefano Passiatore -. E poi ci sono due utilissimi strumenti digitali, usufruibili gratuitamente dai cittadini - aggiunge -: l'app SDIMMApp, per consultare tutti i libri in catalogo nelle biblioteche del territorio e poterli anche richiedere in prestito, e 'Medialibrary on line' che consente di accedere a quotidiani, riviste, ebook, musica, film e molto altro”.

Lascia il tuo commento
commenti