La vita alle giostre. Strepitosa Virginia Raffaele

​Teatro Verdi esaurito da mesi per il nuovo spettacolo dell’attrice romana

Cultura
visibility3570 - martedì 25 febbraio 2020
di Massimiliano Miniati
Più informazioni su
Virgilia Raffaele
Virgilia Raffaele © N.c.

“Samusà” la vita alle giostre della strepitosa Virginia Raffaele. “Volevo solo ringraziare tutti, chi c’è stato, chi c’è e chi ci sarà” “sempre se ci inviti Giostraia”. È con la voce della Vanoni che Virgia Raffaele conclude “Samusà” il nuovo spettacolo andato in scena al teatro Verdi di Firenze sabato e domenica scorsi.

Due date completamente esaurite da mesi che hanno regalato alla straordinaria Show-girl applausi scroscianti. Virginia racconta da sua vita da bambina, da figlia di due genitori giostrai del Luneur di Roma, la sua infanzia nel tiro a segno, intervallando il racconto con imitazioni e personaggi veramente strepitosi.

Diventa Patty Pravo con tanto di Kalumet che continua a domandare al pubblico in quale città si trovi ed è perfetta. Racconta dei preparativi della visita del Papa al Luna Park, dei personaggi e del mondo delle giostre, un mondo a parte dove ci sono leggi speciali, una lingua speciale ma soprattutto persone speciali.

Eccezionale la ragazzina con lo zucchero filato, concentrato di disgrazie e la vecchia allettata che parla e litiga per telefono con la sua amica sulla ricetta del pollo alla cacciatora “da leccarsi i baffi, cosa che peraltro tu già hai” sibila spietata la vecchia in un telefono che scopriremo non essere attaccato in puro stile Cocteau.

Il pubblico applaude forte anche quando interrompe e Virginia deve riprendere la battuta “Altrimenti non funziona”. La Raffaele recita, canta, balla accompagnata da tre giocolieri che le danno il tempo di cambiarsi ogni volta per regalare al pubblico fiorentino un nuovo straordinario personaggio.

Ripropone il numero visto a Sanremo della cantante lirica che perde il foglio con le parole della Carmen e, nonostante tutti lo conoscessero già, le risate riempiono un teatro nel quale non sarebbe potuto entrare nessun altro neppure spingendolo a forza.

Solo sul finale, nei ringraziamenti Virginia regala una girandola di personaggi (quelli che tutti aspettavano) mettendo su una discussione con Ornella Vanoni arrabbiata per non essere stata invitata, Sabrina Ferilli che si è annoiata, Carla Fracci che è stata alla sbarra (del Parcheggio) perché non volevano farla entrare, Bianca Berlinguer che andava al Luna Park con Pertini e Belen Rodriguez che si lamenta perché “non è facile stare vestita davanti a tutta quella gente”.

Mentre gli applausi fanno tremare il Verdi, Virginia Raffaele termina il suo straordinario “Samusà” ringraziando tutti , chi c’è stato, chi c’è, e chi ci sarà, mentre la voce di Ornella replica stizzita “sempre se ci inviti Giostraia!.

Lascia il tuo commento
commenti