​Straordinario concerto dell'Homme Armè sulla passione di Cristo

La recensione di Aldo Giovannini

Cultura
visibility156 - sabato 09 novembre 2019
di Aldo Giovannini
Più informazioni su
I componenti. Foto 3
I componenti. Foto 3 © Aldo Giovannini

“ - Un concerto seguito dal pubblico con il fiato sospeso. Neanche il minimo rumore ha turbato infatti l'atmosfera di altissima drammaticità del racconto della Passione, impreziosito dalle parti vocali dei solisti in un amalgama perfetto di incastri vocali condotti magistralmente dal direttore Fabio Lombardo -“. Questo il commento a caldo della cara Marilisa Cantini, Docente di Musica all’Istituto della Scuola Media “Giovanni della Casa” di Borgo San Lorenzo, che ha avuto l’orgoglio di portare mercoledì 6 novembre 2019, a Borgo San Lorenzo uno dei più prestigiosi complessi vocali della Toscana, in un concerto il cui ricavato spontaneo delle persone presenti è andato in favore all’Organo “Stefanini 1696”.

E proprio parlando dell’organo, il pievano don Luciano Marchetti nel presentare la serata, ha ricordato le difficoltà che nel corso del tempo si sono aggiunte ad altrettante difficoltà di ordine burocratico. Le ultime notizie sono quelle delle norme antisismiche, cioè il monumentale e prezioso organo secentesco, non dovrà essere collocato sulla controfacciata del Santuario del SS. Crocifisso, ma staccato e posato su elementi in acciaio e particolare cemento che dovrà tenerlo immune da eventuali scosse telluriche. Quindi il lettore, anzi tutti coloro che negli anni hanno generosamente contribuito, comprenderanno i motivi del ritardo, non certamente voluto dal comitato che con grande sacrifici cerca di portare a termine una magnifica pagina cultura/musicale che andrà ad impreziosire il patrimonio artistico di Borgo San Lorenzo e del Mugello. Don Luciano ha poi concluso dicendo che fra breve verrà innalzato un cantiere per iniziare questi lavori di cui sopra descritto.

Tornando al concerto dell’Homme Armè, che ha eseguito la “Passione secondo Matteo” di Francesco Corteccia, il “Musico” del Granduca, sono stati momenti di grande emozione e di grande raccoglimento. Sotto la direzione di Fabio Lombardo e con la voce recitante di Pietro Bartolini, i quattro cantori, Andrès Montilla Acurero, Riccardo Pisani, Paolo Fanciullacci (tenori) e Gabriele Lombardi (baritono), hanno eseguito questa splendida pagina musicale in maniera straordinaria. Quattro voci che hanno inondato la Pieve romanica la quale con una acustica perfetta, ha messo in risalto la bravura dei cantanti, ottimamente diretti. Un gran bella serata che ha emozionato il pubblico presente che non ha lesinato tanti e scroscianti applausi. Davvero meritatissimi.

Nelle foto:
Foto 1: L’intervento del pievano don Luciano Marchetti; in basso a destra due grandi iconografie in mostra di alcuni elementi lignei restaurati dell’Organo “Stefanini 1696”. Foto 2: La presentazione del concerto del direttore Fabio Lombardo. Foto 3: Il complesso dell’Homme Armè ( Andrès Montilla Acurero, Riccardo Pisani, Paolo Fanciullacci tenori, e Gabriele Lombardi baritono, con a destra la voce recitante Pietro Bartolini e il direttore Fabio Lombardo.

(Foto A.Giovannini)

Lascia il tuo commento
commenti