Simposio scultura. Le suggestive foto dell'uscita alle cave di Firenzuola

Iniziato il simposio “Antonio Berti”: per gli studenti in concorso esperienza unica con la visita alle cave di Firenzuola. Sabato 25 le premiazioni dell’evento. Ecco chi sono e da dove vengono i partecipanti

Cultura
visibility993 - domenica 19 settembre 2021
di Redazione
Più informazioni su
La visita
La visita © Francesco Noferini

Si è aperta, nell'Area Feste del Parco Berti di San Piero a Sieve, la diciassettesima edizione del Simposio di Scultura "Premio Antonio Berti", evento che andrà avanti fino al 25 settembre, quando si concluderà con la proclamazione dei vincitori. Con qualche giorno di anticipo aveva cominciato a lavorare Kumiko Suzuki, che nell’edizione 2007 ha realizzato l'opera Idratato, vincitrice del Premio Giuria Popolare e collocata in Piazza Colonna, impegnata a realizzare la sua opera del progetto Dante, tema di quest’anno nel quale ricorre l’anniversario del sommo poeta.

Da lunedì sono impegnati invece gli scultori, seguiti dai Professori Antonio Di Tommaso e Francesco Roviello, che concorrono per il Premio: Abdulkadir Hocaoğlu 28 anni da Istanbul; Claudia Zanaga, 28 anni di Padova; Donald Sufka, 28 anni, proveniente dall'Albania; Giovanni Mezzetti, 23 anni, di Poggibonsi; Lin Zhipeng, cinese di 30 anni e Greta Fila, 26 anni, di Trieste.

Per loro, oltre all’impegnativo lavoro sui blocchi di pietra che stanno modellando secondo i loro progetti, anche incontri ed esperienze importanti. Su tutte quella di metà settimana quando, accompagnati dal Prof. Francesco Roviello docente dell'Accademia delle Belle Arti di Firenze, gli artisti hanno visitato il bacino estrattivo di Brento Sanico e precisamente i siti estrattivi a disposizione di Pietra Serena Group Srl e di Calamini srl. Un bacino dove l’estrazione è iniziata negli anni '70 e che oggi rappresenta il più grande sito estrattivo del comprensorio di Firenzuola. Un'occasione unica per sottolineare l’enorme mole di lavoro necessaria ad estrarre un blocco di pietra serena (come gli stessi che vengono oggi lavorati dagli artisti del Simposio) e sulla competenza delle maestranze che lavorano nelle cave di Firenzuola. Il Comune Di Firenzuola e le aziende aderenti al COPSER si sono detti molto lieti di questa visita e l'augurio è che questa giornata possa essere solo il primo step di una futura collaborazione tra la realtà artistica del Simposio e la comunità di Firenzuola, così come anche i due comuni di Scarperia e San Piero e di Firenzuola hanno dimostrato di voler portare avanti.

Conclusione, come detto, sabato 25 alle ore 16,30 con la premiazione dell'opera vincitrice del Premio Antonio Berti. Nell’occasione sarà allestita una mostra fotografica sulle cave di Firenzuola e verrà presentato il Progetto Percorso tra le Sculture di Pietra. L’accesso per il pubblico è ovviamente libero.

 

 

Lascia il tuo commento
commenti