Tutto esaurito per “Amore? Forse col tempo conoscendoci peggio”. Risate a raffica

Risate a raffica per lo spettacolo di Monica Bauco e Nicola Pecci

Cultura
visibility302 - martedì 06 luglio 2021
di Massimiliano Miniati
Più informazioni su
Il palco
Il palco © Massimiliano Miniati

Eccezionale successo quello del 4 luglio nel giardino della chiesa di Cavallina con una coppia di attori veramente ben assortita : Monica Bauco e Nicola Pecci in “Amore? Forse col tempo conoscendoci peggio”, un ironico e ilare recital/spettacolo sui rapporti fra uomo e donna, con storie, racconti, canzoni e piccoli monologhi esilaranti.

I tempi perfetti, le battute a raffica, come dire “botta e risata” e via, subito a quella dopo in un  crescendo di piccoli screzi tra coniugi, rivalse tra fidanzati con l’ umorismo schietto delle battute che ognuno di noi vorrebbe fare quando è messo alle strette dal partner.

Il pubblico che aveva riempito i giardini di Cavallina ride entusiasta per questo spettacolo che snocciola le nevrosi quotidiane di chi vive in coppia.

Non mi porti fuori, non hai notato che mi sono tagliata i capelli, questa casa non è un albergo e così via le frasi che, chiunque almeno una volta nella vita si è sentito dire, ma in questo spettacolo estremizzate al punto da trasformarsi in battute esilaranti.

Accompagnati da un grande Federico Pecci alla chitarra trasformano la performance in teatro canzone con “Io che amo solo te” , “Onda su Onda” con un’interpretazione di Monica Bauco di “Quanto ti ho amato” dell’accoppiata Piovani-Benigni che riesce a far venire i brividi nonostante il caldo del pre-cena.

Chiusura con “Cara ti amo” forse il primo successo di elio e le storie tese che, tra applausi e risate ha messo fine (quasi) alla serata.

Bis straordinario di Monica Bauco in “Malamore” la storia della topina che dopo essersi comprata un fiocco decide di sposare il gatto nonostante tutti le ricordassero che un gatto è sempre un gatto e che alla fine si mangerà la topina.

Finale drammatico per una storia forse più adatta a quel “Ferite a Morte” che qualche anno fa vide la luce proprio a Barberino,

Gli applausi che ottiene solo chi ha veramente incantato il pubblico hanno salutato Monica Bauco e Nicola Pecci che potremo vedere al cinema Grotta di sesto fiorentino il 20 luglio  nell’anteprima di  “Ho sposato mia madre” di Domenico Costanzo.

Award Winner al Fine Continentes Film Festival in Venezuela, Award Winner all’Uk Film Festival di Londra, volando in Asia Award Winner al Jharkhand International Film Festival e award Winner come Miglior Film Internazionale al Long Island International Film Expo 2020 di New York."Ho sposato mia madre", interpretato da Nicola Pecci, Rosanna Susini, Monica Bauco e Benedetta Rossi, con la partecipazione di Sergio Forconi, è un film di sentimenti reali, nato per arrivare al cuore delle persone; un grido di aiuto e speranza per i malati di Alzheimer e per i loro cari che vendono i propri affetti allontanarsi: presenti ma senza più un passato e un futuro.

 

 

 

Lascia il tuo commento
commenti