Tutto esaurito all’Andolaccio per Piergiorgio Odifreddi e Marta Dalla Via

“Meraviglia nel paese delle Alici” quanto era strano Carrol.

Cultura
visibility304 - domenica 04 luglio 2021
di Massimiliano Miniati
Più informazioni su
Lo spettacolo
Lo spettacolo © Massimiliano Miniati

Una grande quantità di persone tra le quali anche il sindaco e vicesindaco di Barberino si sono radunate sulle sponde del Lago di Bilancino, nell’Area Andolaccio per l’ anteprima nazionalecon Piergiorgio Odifreddi e Marta Dalla Via di "Meraviglie nel paese di Alice", una riscrittura fatta di humor scientifico e logica fantastica, dove teatro e matematica sono diventate un gioco per scoprire che le strutture numeriche e linguistiche che sono l’anima dell’opera di Carroll.

Il pubblico che aveva esaurito i posti disponibili ha seguito ammirato le letture di Marta Dalla Via ed i racconto del matematico televisivo, pur con una certa perplessità.

La serata “Ibrida” funziona nonostante non ci siano i canoni classici dello spettacolo, niente giochi di luce, niente movimenti scenici, niente musica, ed alla fine forse un po’ di brio non avrebbe stonato .

Lo spettacolo all’aperto è già più difficile da seguire rispetto a quello in teatro dove le comodità sono diverse, ed il solo parlare rischia di diventare un po’ monotono.

Il pubblico applaude oprattutto ai racconti su Lewis Carrol, personaggio indubbiamente strano al quale piaceva fotografare le bambine in pose sexy e discinte, cosa che oggi non solo, probabilmente non gli avrebbe consentito di scrivere uno dei libri più famosi al mondo, ma che probabilmente gli sarebbe valsa almeno una denuncia per pedofilia.

Applausi a scena aperta per questi due personaggi straordinari che con il loro racconto hanno permesso a tutti di vedere l’autore e la storia di Alice con occhi diversi con questa performance in anteprima nazionale che per essere perfetta avrebbe solo bisogno di un piccolissimo tocco di “Spettacolo” in più. 

Lascia il tuo commento
commenti