Grande successo della manifestazione “Giornata dantesca all’Acquacheta”

Cultura
visibility421 - giovedì 17 giugno 2021
di Redazione
Più informazioni su
Autorità presenti alla manifestazione “Giornata dantesca all’Acquacheta”
Autorità presenti alla manifestazione “Giornata dantesca all’Acquacheta” © OK!Mugello

Grazie a una bella giornata di sole, alla lunga preparazione di un Comitato intercomunale e interregionale e alla partecipazione di circa 350 cittadini toscani ed emiliano romagnoli, si è svolta con grande successo sabato scorso (12 giugno 2021) la “Giornata dantesca all’Acquacheta”. 

Infatti, i Comuni di San Godenzo, Portico e San Benedetto e Marradi, il Parco Nazionale Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna e l’Accademia degli Incamminati di Modigliana hanno così celebrato il VII centenario della morte di Dante Alighieri (1321 – 2021). La manifestazione era inserita fin dal suo formarsi anche nel calendario nazionale degli eventi danteschi.

Le relazioni degli esperti, il professore Riccardo Pratesi di Firenze e lo storico romagnolo Quinto Cappelli, hanno messo in evidenza che Dante non solo cita la cascata dell’Acquacheta nel Canto XVI dell’Inferno della Divina Commedia (94-102), ma l’incontro dell’8 giugno 1302, durante il quale i fuoriusciti guelfi Bianchi, fra cui Dante, e i ghibellini si riunirono a San Godenzo per rientrare in armi a Firenze, riveste una grandissima importanza storica e letteraria, perché è l’unica data certa dei vent’anni dell’esilio del Sommo Poeta.

I partecipanti sono stati accolti, oltre che da un ambiente affascinante e unico, anche da varie decine di volontari appartenenti a Protezione civile, Soccorso Alpino, Croce Rossa, Misericordia e Pro loco dei vari paesi, sorvegliati dall’occhio vigile di decine di agenti delle forze dell’ordine, fra cui i Carabinieri Forestali dei comandi di San Benedetto in Alpe e San Godenzo. Alle ore 11 nella Piana dei Romiti sopra la Cascata dell’Acquacheta, i partecipanti sono stati salutati dai vari sindaci e rappresentanti di una decina di Comuni, fra cui Emanuele Piani di San Godenzo e Maurizio Monti di Portico e San Benedetto (padroni di casa, perché la cascata dell’Acquacheta si trova proprio ai confini dei due comuni e delle due regioni), dal sindaco di Marradi Tommaso Triberti a nome della Regione Toscana e dal consigliere regionale Massimo Bulbi per la Regione Emilia-Romagna, dal presidente dell’Accademia degli Incamminati Venerino Poletti.

Il presidente del Parco nazionale Foreste Casentinesi, Luca Santini, ha illustrato i compiti e le funzioni della conservazione della natura e dell’ambiente e l’importanza della cultura e della storia “per uno dei parchi forestali più importanti d’Italia”. Don Marino Tozzi, arciprete di Terra del Sole, ha salutato i presenti anche a nome del parroco di San Godenzo presente all’incontro, don Filippo Landini, annunciando una serie di concerti della Corale di Castrocaro e Terra del Sole sugli inno sacri citati da Dante nella Commedia, in programma nei prossimi mesi in varie abbazie dell’Appennino romagnolo. 

La manifestazione ha raggiunto il clou con la declamazione e commento del canto XVI dell’Inferno da parte del professor Riccardo Pratesi di Firenze, e con la presentazione del libro “Che si chiama Acquacheta suso” (e sottotitolo “Dante work in progress sull’Alpe di San Benedetto tra Firenze e Ravenna”, con presentazione dello storico Franco Cardini) del giornalista Quinto Cappelli, edito da Il Ponte Vecchio e appena arrivato in libreria, intervistato da Patrizia Ravagli dell’Accademia degli Incamminati. La manifestazione è stata animata dal folcloristico Gruppo dei tamburini Dante Ghibellino di San Godenzo e dai brillantissimi Musicanti di San Crispino di Modigliana, che hanno intrattenuto i partecipanti con musica popolare coinvolgente.

“Siamo molto contenti e soddisfatti – commentano i sindaci di San Godenzo e Portico e San Benedetto – della buona riuscita della bella e interessante manifestazione nazionale in omaggio a Dante. Perciò ringraziamo tutti gli organizzatori, i volontari e i partecipanti”. Dalla redazione di Ok!Mugello ringraziamo sentitamente gli amici per  questo significativo contributo in occasione di una giornata davvero storica per questo grande evento storico.  

Lascia il tuo commento
commenti