La recensione

Il Primo Maggio culturale ed artistico alla Casa di Giotto. Cronaca

A cura di Aldo Giovannini

Cultura
visibility274 - martedì 04 maggio 2021
di Aldo Giovannini
Più informazioni su
La manifestazione alla Casa di Giotto
La manifestazione alla Casa di Giotto © N.c.

Nonostante il maltempo che ha imperversato tutto il giorno, lo scorso  sabato 1 maggio 2021, la giornata dedicata alla cultura e all’arte alla Casa di Giotto in quel di Vespignano è stata intensamente vissuta per due eventi unitari che hanno caratterizzato il pomeriggio dedicato alla Festa del Lavoro. Ed infatti il lavoro per questa parentesi culturale è stato intenso e lungamente organizzato in tutti i minimi particolari, sia per la preparazione del libro “Casa di Giotto – flora e fauna  sul Colle di Vespignano”, sia per la splendida mostra di Francesco Noferini dedicata alle opere di Giotto alla Cappella degli Scrovegni in Padova.

Il bel libro curato sempre dallo Studio Noferini di Borgo San Lorenzo, con l’organizzazione di Renate Saltau, Sabrina Valentini e Giuliano Paladini con testi di Marco Pinelli, Fabrizio Scheggi, Bruno Confortini, Aldo Giovannini, Giuliana Cantini e Rinaldo Ontanetti, è impreziosito da una serie di opere d’arte di numerosi artisti  il cui soggetto è la flora e la fauna (piante ed animali) che caratterizzavano l’epoca dove ha vissuto Giotto di Bondone.

Molti interessanti tutti gli interventi, in modo particolare di Prof. Marco Pinelli, della Prof.ssa Giuseppina Carla Romby, del sindaco di Dicomano e assessore alla cultura dell’Unione dei Comuni del Mugello Stefano Passiatore, dell’assessore al Turismo e all’Istruzione del comune di Vicchio Sandra Pieri, del presidente dell’Associazione dalla terre di Giotto e dell’Angelico Giuliano Paladini (andrebbe data la medaglia d’oro al valor…civile), ed altre personalità.

Se nel futuro le restrizioni per questo stramaledetto Covid 19, saranno allentate, invitiamo tutti gli amanti dell’arte e della storia (bellissimi i pannelli di Francesco Noferini di Giotto della Cappella degli Scrovegni), ad andare a visitare questa mostra fotografica ed acquisire il libro, che è, e resterà una significativa testimonianza dell’arte, della cultura e della storia  della Casa di Giotto  sulla collinetta di Vespignano  in particolare e del Mugello in generale.  

Il frontespizio del libro ed alcune foto allegate della manifestazione         

Lascia il tuo commento
commenti