L'emergenza

Covid in Rsa a Firenzuola. Tutti i dubbi e le domande della Lista Civica Bene Comune

Cronaca
visibility1623 - lunedì 16 novembre 2020
di Redazione
Più informazioni su
Residenze anziani
Residenze anziani © N.c.

Da parte della lista civica Firenzuola Bene Comune riceviamo questa nota con alcune considerazioni del gruppo consiliare di minoranza sull’emergenza sanitaria venutasi a creare alla locale RSA “SS. Annunziata”:

Il gruppo di minoranza del Consiglio Comunale di Firenzuola ha seguito con apprensione e preoccupazione l’evolversi della situazione della RSA “SS. Annunziata” di Firenzuola in relazione all’entità della diffusione del Covid sia tra i degenti sia tra gli operatori della struttura.

Esprime in primo luogo piena solidarietà e vicinanza ai degenti e alle loro famiglie per quanto sta accadendo ed esprime parimenti solidarietà ed apprezzamento agli operatori sanitari che stanno affrontando questa emergenza con enorme senso di responsabilità e dedizione.

Riteniamo che anche l’ASL di competenza territoriale abbia preso in carico con tempestività, secondo i protocolli specifici previsti, la situazione della Casa di Riposo, presidiandola continuativamente ed integrando al bisogno con proprio personale.

Non possiamo però non porci alcune domande (domande che da giorni sono sulla bocca di tutti i Firenzuolini molto preoccupati per la situazione venutasi a creare) relativamente alla “gestione” dell’emergenza da parte dei responsabili della RSA “SS. Annunziata”, sia prima che durante il verificarsi di questa situazione estrema.

- Come e’ stato possibile che il contagio si sia sviluppato cosi’ rapidamente all’interno di una struttura che dovrebbe essere al pari di tutti i presidi sanitari super controllata?
- Come e’ stato possibile che il contagio si sia sviluppato in tutti i reparti della struttura?

Sorgono spontanei dubbi e perplessità su eventuali carenze e/o ritardi nelle attività di prevenzione della diffusione del virus e di tempestiva rilevazione dei problemi (attività di screening, rispetto dei protocolli …) su cui speriamo e ci auguriamo che gli organi competenti facciano chiarezza anche riguardo ad eventuali responsabilità.

La “gestione” di una Casa di riposo è diversa dalla gestione di una qualsiasi altra attività; le “regole”, le “prescrizioni”, in un’attività di tipo assistenziale e sanitaria, devono essere rispettate ed applicate alla lettera perché ne va della vita delle persone, soprattutto di una fascia fragile di persone, e con la vita in gioco non possiamo non fare tutto ciò che è possibile.

Riconosciamo all’Amministrazione Comunale di essersi subito mossa per affrontare questa situazione drammatica non certo di facile soluzione. Riteniamo che l’impegno prioritario in questo momento debba essere quello della salute dei degenti e degli operatori (ivi compresa la tutela dei loro diritti in quanto lavoratori) e conseguentemente la tutela della salute di tutti i cittadini del nostro territorio. Ci uniamo quindi all'appello del Sindaco rivolto agli enti superiori nel dare il massimo supporto possibile per far fronte a questa disastrosa emergenza.

Ci sorprende però enormemente e ci indigna che da alcune parti vengano fatti rilievi pesanti sull’operato dell’ASL, sulle posizioni assunte dal Prefetto, su una generica ‘burocrazia’ che ostacolerebbe la risoluzione della situazione.

Inoltre il sig. Di Meo Angelo, responsabile della RSA “SS. Annunziata”, nonché consigliere delegato alla Sanità del Comune di Firenzuola, ha sminuito il ruolo della Protezione Civile (di cui il Sindaco ne è il capo a livello territoriale), e ha addotto riflessioni personali discutibili, a nostro parere, sulle disposizioni normative in merito alla lotta contro il Covid.

Ci chiediamo nuovamente: i responsabili dell’rsa in parola si sono fatti un serio esame di coscienza circa il loro operato?
sono sicuri di aver messo in atto tutti i protocolli previsti dalla normativa?

Non crediamo che far polemiche o scaricare su altri proprie responsabilità sia il modo giusto di agire per risolvere problemi di questa portata. Il nostro gruppo consiliare ritiene pertanto opportuno un confronto urgente con l’Amministrazione Comunale e ha richiesto un Consiglio Comunale straordinario sull’emergenza Covid nel nostro territorio, sulla situazione della RSA SS. Annunziata, sul ruolo del sig. DI MEO ANGELO come consigliere delegato alla Sanità e dei rappresentanti del Comune in seno al Consiglio di Amministrazione della RSA.

IL GRUPPO DI MINORANZA “LISTA CIVICA BENE COMUNE”

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Flavio Belisario ha scritto il 22 novembre 2020 alle 14:06 :

    Ogni scusa è buona per attaccare l'amministrazione comunale....Chissà questi geni cosa avrebbero fatto Rispondi a Flavio Belisario