Deve andare in ospedale per le terapie. Ma il bus non passa... Lettera di una lettrice da Pietramala

Cronaca
visibility1864 - giovedì 24 settembre 2020
di Redazione OK!Mugello
Più informazioni su
autobus
autobus © Fotocronache Germogli

Ancora una storia raccontata dai lettori su OK!Mugello. Ci scrive Melania, abitante di Pietramala, che stamani alle 6 ha atteso invano 30 minuti alla fermata di Pietramala un autobus che non è mai passato. Melania, che soffre di dolore neuropatico cronico, come ogni 28 giorni doveva recarsi in ospedale a Firenze a ritirare le terapie; ma oggi ha dovuto rinunciare e tornare a casa. Ed è ancora in attesa di una risposta alla mail di reclamo che ha inviato.

Scrive alla nostra redazione:

Alle 16.58 sono ancora in attesa di una risposta alla mia segnalazione, via email, del disservizio. Stamattina mi sono alzata alle 5 per recarmi, come ogni 28 giorni, da Pietramala, nel Comune di Firenzuola, al nosocomio fiorentino di Santa Maria Nuova per consegnare la ricetta per il mio preparato a base di cannabis terapeutica ai farmacisti del Laboratorio galenico.

Alle ore 5.55 in punto ero alla fermata della corriera in località "metano". Purtroppo la SITA delle 6.10 non è mai passata. Alle 6.40, con forti dolori neuropatici accentuati dallo stare in piedi "ferma" poiché sono una paziente del dolore cronico, con ridotta capacità motoria, sono tornata a casa. Nella mail in cui ho segnalato il disservizio ho chiesto espressamente: c'è stato un problema stamattina (24 settembre 2020) alla corriera del tratto Pietramala-Bruscoli? Oppure la corsa delle 6:10 da Pietramala per Firenze via Vaglia con cambio a la Traversa è stata soppressa?

La nostra lettrice è ancora in attesa di una risposta...

Lascia il tuo commento
commenti