Il nuovo questore di Firenze presto incontrerà i sindaci della provincia

Il nuovo questore di Firenze è Filippo Santarelli

Cronaca
visibility236 - lunedì 22 giugno 2020
di Alessia Benelli
Più informazioni su
Il questore Filippo Santarelli
Il questore Filippo Santarelli © Alessia Benelli

Questa mattina il nuovo questore di Firenze Filippo Santarelli ha incontrato per la prima volta la stampa. Prima aveva avuto un incontro con il prefetto Laura Lega e con il sindaco Dario Nardella.

"Sono veramente molto orgoglioso di essere in questa città. Il mio sarà un impegno massimo per garantire la sicurezza di tutti i cittadini, per garantire la sicurezza di una città così bella, così importante e conosciuta in tutto il mondo. Tutto il nostro impegno è volto a garantire i diritti costituzionali e a diffondere la cultura della legalità". Ha spiegato Santarelli ai cronisti.

Santarelli, 61 anni, vanta 35 anni di carriera. In passato ha fatto parte della Dia a Roma, negli ultimi anni è stato questore a Modena e Frosinone; in Toscana ha lavorato per 12 anni ad Arezzo dove è stato a lungo capo di gabinetto.

"Ho avuto dei grandi maestri - ha affermato il questore - che mi hanno insegnato a svolgere questo servizio, maestri che hanno conosciuto questa realtà fiorentina, come il prefetto Cecere Palazzo e Francesco Tagliente, che sono stati i miei questori e mi hanno insegnato tante cose nel mestiere".

"Ci occuperemo di prevenire e reprimere innanzitutto i reati che tanto preoccupano i cittadini, la cosiddetta criminalità diffusa, ma faremo anche il massimo per costituire una vera e propria barriera di legalità di fronte alle possibili infiltrazioni della criminalità organizzata. E' un impegno grande che affronto con la massima energia e con la massima determinazione".

Domani Santarelli incontrerà il cardinale Betori e l'autorità giudiziaria mentre nei prossimi giorni le associazioni di categoria, i sindacati e tutti i sindaci della provincia.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Mugelli Giampiero ha scritto il 23 giugno 2020 alle 09:33 :

    Augurando buon lavoro al questore Santarelli affermo: speriamo che non siano parole da insediamento, ma diventino fatti. Fatti reali, seri di cui Firenze a tanto bisogno di notte e di giorno purtroppo. Fino a ieri parole tante ma provvedimenti pochi; forse dovuti da leggi non idonee oppure applicate con superficialità e poca voglia di combattere la delinquenza di singoli e di organizzazioni mafiose Rispondi a Mugelli Giampiero