Azienda cinese evade al fisco oltre 2 milioni. Scoperta dalla Guardia di Finanza

Cronaca
visibility2648 - martedì 18 febbraio 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Sequestro pelletteria cinese nel Comune di Figline e Incisa
Sequestro pelletteria cinese nel Comune di Figline e Incisa © Guardia di Finanza di Firenze

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Firenze hanno eseguito nella giornata di ieri (17 febbraio 2020) nei confronti di un’imprenditrice cinese di Figline e Incisa Valdarno, un decreto di sequestro preventivo per equivalente per un valore pari a 2.266.000 euro, emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Firenze.

La richiesta arriva dal dott. Fabio Di Vizio – Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Firenze, per evasione fiscale e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte.

L'indagine è stata svolta dalla Guardia di Finanza della Tenenza di Pontassieve che ha condotto una verifica fiscale, relativa a più annualità, nei confronti della ditta di proprietà della cittadina di origini cinesi, operante nel settore della preparazione e della concia del cuoio e della pelle.

Nonostante non sia stata esibita la contabilità e la documentazione utile al controllo, attraverso un’articolata e complessa attività investigativa, i militari hanno ricostruito il giro d’affari dell’impresa, individuando un’evasione fiscale pari agli oltre 2 milioni di euro oggetto del provvedimento in corso di esecuzione.

Al contempo, è stata rilevata anche la cessione dei macchinari utilizzati per la lavorazione delle pelli, ora prontamente sottoposti a sequestro, a un’altra società riconducibile a un parente stretto dell’imprenditrice, anch’esso operante nel medesimo settore.

Lascia il tuo commento
commenti