700 anni dalla morte di Dante, San Godenzo scelta per rappresentarlo: "Pronti ad omaggiarlo"

Cronaca
visibility1228 - mercoledì 15 gennaio 2020
di Martina Stratini
Più informazioni su
Il SIndaco di San Godenzo Emanuele Piani assieme a gli altri sindaci toscani al Ministero per i Beni e le Attività Culturali scelti per 700 anni della morte di Dante Alighieri
Il SIndaco di San Godenzo Emanuele Piani assieme a gli altri sindaci toscani al Ministero per i Beni e le Attività Culturali scelti per 700 anni della morte di Dante Alighieri © Comune di San Godenzo

San Godenzo, è stato uno dei comuni selezionati da Poste italiane in occasione delle celebrazioni per i 700 anni di Dante Alighieri.

Lo scorso 10 Gennaio il Sindaco di San Godenzo Emanuele Piani ha partecipato ad un importante evento presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, alla presenza del Ministro Dario Franceschini. Durante l'incontro è stato presentato il programma di iniziative che Poste Italiane, in collaborazione con il Ministero, intende portare avanti in concomitanza con le celebrazioni previste per il settecentenario della morte di Dante Alighieri che si terranno nel 2021.

Proprio in tale occasione, Piani è stato intervistato dai colleghi di "Toscanaoggi" ai quali ha parlato dei progetti che il suo Comune intende realizzare per l'anniversario:

"Per il nostro territorio Dante è stato un personaggio centrale. Nel 1302 presso l'Abbazia di San Godenzo si è svolto il Convegno degli Esuli, l'ultimo atto politico che Dante Alighieri ha fatto per cercare di rientrare a Firenze. Convegno che andò come risulta storicamente male e che dunque segna l'inizio vero e proprio dell'esilio di Dante. E' proprio dai nostri boschi infatti che vengono ispirati i primi versi della Divina Commedia, la famosa "selva oscura", citate anche la Cascata dell'Acqua Cheta e lo stesso Monte Falterona. Inoltre questo anniversario coincide per noi con un'alta data importante, i 600 anni dalla nascita di Andrea del Castagno un pittore del nostro territorio che ha ritratto Dante, opera che in tale occasione mi piacerebbe e che stiamo cercando di fare in collaborazione con gli Uffizi riportare nel nostro territorio. Altro progetto che abbiamo in mente è quello di organizzare alla Cascata dell'Acqua Cheta un evento in collaborazione con il Comune di San Benedetto per ricreare il passaggio di Dante, così poco conosciuto a molti"


Lascia il tuo commento
commenti