Chiude post sisma dopo 14 anni storico negozio del centro di Barberino, "E' inagibile"

Cronaca
visibility5083 - martedì 14 gennaio 2020
di Martina Stratini
Più informazioni su
Chiusura
Chiusura © Ok!Mugello

Ancora poche ore di vita per NIKKO, storico negozio del centro di Barberino del Mugello. Silvia Mazzoni, gestore del negozio, ha lasciato al Social Facebook il compito di diffondere il triste annuncio. Da ben 14 anni il negozio di abbigliamento per donna NIKKO è stato presente a Barberino nel fondo al numero civico 29 di Corso Bartolomeo Corsini. Poi come un fulmine a ciel sereno arriva il terremoto del 9 dicembre scorso e NIKKO cade nel suo incubo peggiore.

"Il negozio Nikko in corso Corsini, - spiega Silvia su un gruppo locale di Facebook - chiude per problemi di inagibilità dell' edificio, purtroppo la notizia ci ha lasciato increduli e tutto questo mi sembra un incubo,domani martedi 14 (oggi, ndr) sarà l' ultimo giorno aperto al pubblico ,per chi passerà a trovarmi sarà tutto a metà prezzo , cercando di svuotare il più possibile ,in attesa di trovare altre sistemazioni. Ringrazio con tutto il cuore chi in questi 14 anni è venuto a trovarmi, rimarranno per sempre nel mio 💗 ..spero davvero di darvi notizie migliori "

E' proprio oggi (14 gennaio 2020) alle 19.30 che il bandone di NIKKO chiuderà per l'ultima volta, in attesa di notizie migliori.

"Quando venerdì scorso ci hanno telefonato - spiega Silvia Mazzoni ad Ok!Mugello - per dirci che dovevamo andare via prima possibile non potevo crederci. L'intera palazzina dove ci troviamo è stata dichiarata da subito interamente inagibile, abbiamo potuto permanere al suo interno perché era stato fatto un lavoro di messa in sicurezza provvisorio. Sapevamo che poteva succedere ma abbiamo sperato fino all'ultimo ma i lavori da effettuare sono veramente importanti e complessi".

Mazzoni ha ricevuto da subito anche l'interesse dell'amministrazione comunale di Barberino la quale ha mostrato la propria vicinanza e garantito di prendersi cura del caso in questione. Sostegno anche da parte di molti concittadini: "Non posso non ringraziare - continua Mazzoni con un evidente e sincero nodo alla gola - tutte le persone che mi hanno chiamata, scritto messaggi, inviato lettere o sono passati a salutarmi. Dopo 14 anni sono tante le persone che ho conosciuto, so anche bene che forse un grazie per la vicinanza ed il sostegno avuti sopratutto in questi giorni non sono sufficienti. Spero di poterli informare di notizie migliori ma al momento purtroppo la situazione è questa

Lascia il tuo commento
commenti