Quelle auto in sosta vietata che rallentano l'automedica. Appello di Giannelli e Borgheresi

L'appello per quanto accade a San Francesco di Pelago

Cronaca
visibility550 - lunedì 13 gennaio 2020
di Redazione OK!Mugello
Più informazioni su
Automedica
Automedica © Pixabay

Con l'istituzione del Sistema 118, la cultura e l'attività dell'Emergenza sanitaria hanno acquisito un notevole impulso nel nostro Paese. Appropriati ed efficaci interventi sanitari, effettuati nel più breve tempo possibile, possono salvare una vita. Ecco perchè è importante che non vi siano ritardi nella partenza dell'automedica; il tempismo è VITALE.

Ultimamente, vengono segnalate problematiche nella partenza dell'automedica in uscita da Via Bettini, San Francesco, Pelago. Nonostante la presenza di segnaletica verticale di divieto di fermata e di sosta, posto davanti al punto di uscita, qualche scellerato parcheggia la propria vettura in modo tale da ostruire l'uscita del mezzo del 118.

Il tempo necessario per trovare il proprietario della vettura e farla spostare può essere il tempo che intercorre tra salvare una vita oppure no. Quasi quotidianamente, purtroppo, si verifica questo inconveniente, causato dalla inciviltà delle persone.

Questa inciviltà, però, non può ne deve mettere a repentaglio la vita altrui; occorre quindi trovare una urgente soluzione. Il personale in servizio operativo ha già sollevato la questione al Sindaco Povoleri, che sollecitiamo ad approntare le soluzioni adeguate, sostituendo, ad esempio, il mero divieto di sosta e fermata con un cartello di immediata rimozione forzata e verificando l'installazione di paletti o altro per impedire alle vetture di parcheggiare. Siamo consapevoli che il servizio repressivo di polizia municipale ha una dotazione scarsa di personale; proprio per questo l'amministrazione comunale di Pelago deve attivare adeguate misure preventive atte a garantire la massima funzionalità del servizio del 118.

Giampaolo Giannelli, vice coordinatore provinciale Forza Italia
Alessandro Borgheresi, capogruppo Insieme per Pelago

Lascia il tuo commento
commenti